Il Potere degli Investimenti in Dividendi in un’Economia Incerta

In un periodo di incertezze fiscali, monetarie e geopolitiche, gli investitori hanno bisogno di strategie difensive per proteggere e accrescere i propri capitali. Una tale strategia, spesso sottovalutata ma di fondamentale importanza, è l’investimento in azioni che pagano dividendi crescenti. Questo blog post esplora l’importanza

Scopri

Inflazione USA Persistente: Le Cause e le Prospettive Future

Il 2024 doveva segnare un punto di svolta per l’economia degli Stati Uniti, con una discesa dell’inflazione al tanto agognato target del 2%, un obiettivo che avrebbe permesso alla Federal Reserve di abbassare i tassi di interesse. Tuttavia, contrariamente a queste previsioni ottimistiche, l’inflazione USA

Scopri

Le Swap Lines della Fed: cosa sono e a che cosa servono?

Le principali banche centrali hanno sfruttato le swap lines della Fed per soli 590,5 milioni di dollari la scorsa settimana, anche dopo che i funzionari si sono mossi per rendere disponibili le strutture quotidianamente alla luce delle turbolenze bancarie globali. La cifra è ben al di sotto dei livelli raggiunti all’inizio della pandemia nel 2020, suggerendo che non è in corso una grande corsa al contante da parte delle maggiori autorità monetarie globali. Ma cosa sono le swap lines della Fed e come funzionano?

swap lines Fed

Cosa sono le swap lines della Fed?

Poiché il mercato del finanziamento bancario è globale e ci sono stati episodi in cui è crollato, interrompendo la fornitura di credito alle famiglie e alle imprese, la Federal Reserve ha stipulato accordi per istituire linee di scambio di liquidità (swap lines) con una serie di banche centrali estere Sono stati istituiti due tipi di swap lines: linee di liquidità in dollari e linee di liquidità in valuta estera.

A cosa servono?

Le swap lines della Fed sono progettate per migliorare le condizioni di liquidità nei mercati dei finanziamenti in dollari negli Stati Uniti e all’estero, fornendo alle banche centrali estere la capacità di fornire finanziamenti in dollari statunitensi alle istituzioni nelle loro giurisdizioni durante i periodi di stress del mercato. Allo stesso modo, le linee di swap forniscono alla Federal Reserve la capacità di offrire liquidità in valuta estera alle istituzioni finanziarie statunitensi qualora ritenga che tali azioni siano appropriate. Questi accordi hanno contribuito ad allentare le tensioni sui mercati finanziari e a mitigarne gli effetti sulle condizioni economiche. Le linee di swap supportano quindi la stabilità finanziaria e fungono da backstop di liquidità.

Le linee di liquidità in dollari

In risposta alle crescenti pressioni nei mercati dei finanziamenti bancari, il FOMC ha annunciato nel dicembre 2007 di aver autorizzato linee di swap di liquidità in dollari con la Banca centrale europea e la Swiss National Bank per fornire liquidità in dollari USA ai mercati esteri. Ha successivamente autorizzato le swap lines con ciascuna delle seguenti banche centrali: Reserve Bank of Australia, Banco Central do Brasil, Bank of Canada, Danmarks Nationalbank, Bank of England, BCE, Bank of Japan, Bank of Korea, Banco de Mexico, Reserve Bank of New Zealand, Norges Bank, Monetary Authority of Singapore, Sveriges Riksbank e Swiss National Bank. Tali accordi sono terminati il ​​1 febbraio 2010.

Nel maggio 2010, il FOMC ha annunciato che, in risposta al riemergere di tensioni nei mercati del finanziamento a breve termine in dollari, aveva autorizzato le swap lines di liquidità in dollari con la Bank of Canada, la Bank of England, la BCE, la Bank of Japan e la Banca nazionale svizzera.

Nell’ottobre 2013, la Federal Reserve e queste banche centrali hanno annunciato che i loro accordi temporanei di swap di liquidità sarebbero stati convertiti in accordi permanenti che rimarranno in vigore fino a nuovo avviso.

Come funzionano le swap lines di liquidità?

Quando una banca centrale estera attinge alla sua linea di swap con la Federal Reserve, vende un determinato importo della sua valuta alla Fed in cambio di dollari al tasso di cambio prevalente sul mercato. Allo stesso tempo, la Federal Reserve e la banca centrale estera stipulano un accordo vincolante per una seconda transazione che obbliga la banca centrale estera a riacquistare la propria valuta in una data futura specificata allo stesso tasso di cambio. La seconda transazione annulla la prima. Al termine della seconda transazione, la banca centrale estera paga gli interessi alla Federal Reserve.

La Federal Reserve detiene la valuta estera in un conto presso la banca centrale estera. I dollari che la Federal Reserve fornisce sono depositati in un conto che la banca centrale straniera mantiene presso la Federal Reserve Bank di New York.

Quando la banca centrale estera presta i dollari che ottiene dalla sua linea di swap a istituzioni nella sua giurisdizione, i dollari vengono trasferiti dal conto della banca centrale estera presso la Federal Reserve al conto della banca che l’istituto mutuatario utilizza per compensare le sue transazioni in dollari. La banca centrale estera sopporta il rischio di credito associato ai prestiti che concede alle istituzioni nella sua giurisdizione.

Le swap lines in valuta estera

Nell’aprile 2009, la Federal Reserve ha annunciato linee di scambio di liquidità in valuta estera con la Bank of England, la BCE, la Bank of Japan e la Swiss National Bank. Le linee di swap in valuta estera avrebbero potuto sostenere le operazioni della Federal Reserve per affrontare le tensioni finanziarie fornendo liquidità alle istituzioni statunitensi in sterline per importi fino a 30 miliardi, in euro per importi fino a 80 miliardi, in yen per importi fino a ¥ 10 trilioni e in franchi svizzeri per importi fino a CHF 40 miliardi. Questi accordi sono terminati il ​​1 febbraio 2010.

Nel novembre 2011, la Federal Reserve ha annunciato di aver autorizzato linee temporanee di scambio di liquidità in valuta estera con la Bank of Canada, la Bank of England, la Bank of Japan, la BCE e la Swiss National Bank. Questi accordi sono stati stabiliti per fornire alla Federal Reserve la capacità di offrire liquidità alle istituzioni statunitensi nelle valute delle banche centrali controparti (vale a dire in dollari canadesi, sterline, yen, euro e franchi svizzeri). Le swap lines della Fed costituiscono una parte di una rete di linee di swap bilaterali tra le sei banche centrali, che consente la fornitura di liquidità in ciascuna giurisdizione in una qualsiasi delle sei valute qualora le banche centrali ritengano che le condizioni di mercato lo giustifichino.

Nell’ottobre 2013, la Federal Reserve e queste banche centrali hanno annunciato che i loro accordi di swap di liquidità sarebbero stati convertiti in accordi permanenti che rimarranno in vigore fino a nuovo avviso. Dalla loro istituzione iniziale nel 2009, ad eccezione di operazioni di prova di piccolo valore prestabilite, la Federal Reserve non ha attinto a nessuna delle linee di swap di liquidità in valuta estera.

ARTICOLI CORRELATI:

L’Overnight Reverse Repo della Fed: cos’è e perché ha raggiunto livelli record?

Il mercato di cui nessuno parla è forse il più importante: il Repo Market

Cosa è successo nel Repo Market a Settembre del 2019

Il rischio per il sistema finanziario derivante dai derivati valutari

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.