Come Affrontare la Correlazione Positiva tra Azioni e Obbligazioni

Nel mondo degli investimenti, una delle sfide più significative degli ultimi trent’anni si sta manifestando proprio ora: la forte correlazione positiva tra azioni e obbligazioni. Tradizionalmente, la classica allocazione 60/40 (60% azioni e 40% obbligazioni) ha offerto una diversificazione e una protezione del rischio naturale.

Scopri

L’Influenza del Dot Plot della Fed sui Mercati Finanziari

Quando si parla di trading e investimenti, la parola “Fed” richiama subito l’attenzione. La Federal Reserve, la banca centrale degli Stati Uniti, è un’istituzione che ha il potere di influenzare i mercati finanziari globali con le sue decisioni. Tra gli strumenti di comunicazione della Fed,

Scopri

La Bank of England ritarderà il quantitative tightening per stabilizzare il mercato dei gilts

È probabile che la Bank of England ritarderà ulteriormente l’inizio del quantitative tightening (QT) per aiutare a stabilizzare il mercato dei gilts dopo le turbolenze innescate dal “mini” budget britannico.

In mezzo alla volatilità dei mercati, la BoE aveva già rimandato al 31 ottobre l’avvio del suo piano per vendere alcune delle sue partecipazioni in titoli di Stato. Il programma sarebbe dovuto originariamente iniziare il 6 ottobre.

Il Financial Times ha affermato di aver appreso che i funzionari della Bank of England sono giunti alla conclusione che sarà necessario ritardare ulteriormente il quantitative tightening dopo aver giudicato il mercato dei gilts in difficoltà.

Nessuno all’ufficio stampa della banca centrale è stato immediatamente disponibile a commentare il rapporto e il Financial Times non ha riferito da dove abbia ottenuto le informazioni.

Sabato il governatore della BoE Andrew Bailey ha dichiarato in un discorso che la banca centrale non sta utilizzando il suo stock di obbligazioni come strumento attivo di politica monetaria al momento ma è il suo tasso di riferimento ad essere il principale strumento politico.

I mercati finanziari britannici sono stati messi a dura prova da quando l’ex ministro delle finanze Kwasi Kwarteng ha annunciato una serie di tagli alle tasse senza dettagli su come sarebbero stati pagati.

Lunedì, il nuovo ministro delle finanze Jeremy Hunt ha demolito la maggior parte del piano economico del primo ministro Liz Truss e ha ridimensionato il suo vasto programma di sostegno energetico, facendo una storica inversione di marcia per cercare di arginare una drammatica perdita di fiducia degli investitori.

Il piano di quantitative tightening della Bank of England

La Bank of England ha quasi 840 miliardi di sterline (956 miliardi di dollari) di gilts nel suo bilancio, che sono cresciuti durante il quantitative easing implementato per più di un decennio per stimolare l’economia durante la crisi finanziaria globale e la pandemia.

La banca centrale aveva dichiarato che intendeva completare circa 80 miliardi di sterline di vendite attive il prossimo anno. Sebbene non sia un’enorme quantità in termini di emissione, gli analisti erano preoccupati per il segnale che avrebbe dato ai mercati già alle prese con la mancanza di fiducia degli investitori e un deterioramento della liquidità.

Un altro rinvio sarebbe l’ultimo segnale che la banca centrale è preoccupata per lo stato del mercato obbligazionario sulla scia di una svendita di gilts britannici a seguito del piano fiscale del primo ministro Liz Truss.

Il nuovo Cancelliere di Truss, Jeremy Hunt, lunedì ha rivisto le misure stabilite dal suo predecessore a settembre e presenterà il suo pacchetto completo il 31 ottobre.

La BOE venerdì ha terminato il suo piano di acquisto di obbligazioni di emergenza nei tempi previsti. Questo programma mirava a iniettare liquidità nei mercati per aiutare ad arrestare il crollo dei gilts e ad allentare la pressione sui fondi pensione.

Il cosiddetto quantitative tightening “passivo”, in cui le obbligazioni in scadenza possono uscire dal bilancio, è già in corso. Tuttavia, il processo è lento e irregolare vista la distribuzione delle scadenze.

L’aumento dei tassi della BoE

Da dicembre dell’anno scorso, la Bank of England ha alzato i tassi d’interesse sette volte consecutive. Gli investitori stanno valutando un aumento di almeno 1 punto percentuale il prossimo mese – il più grande aumento dal 1989 – e vedono il tasso di riferimento avvicinarsi al 6% entro maggio, dall’attuale 2,25%.

aspettative aumento tassi Bank of England

Il Comitato di politica monetaria emetterà la sua prossima decisione sui tassi di interesse il 3 novembre, alcuni giorni dopo la presentazione della strategia fiscale a medio termine del governo.

E’ fondamentale per la BOE attenersi al suo mandato sull’inflazione per mantenere la credibilità del quadro economico del Regno Unito.

La volatilità di mercato che ha seguito l’annuncio del piano di crescita sottolinea la necessità di rafforzare la credibilità del quadro istituzionale che governa le politiche macroeconomiche del Regno Unito.

La banca centrale ha anche responsabilità nei confronti della stabilità finanziaria. È qui che i funzionari politici devono essere molto più agili.

I rischi per la crescita e l’inflazione

La situazione generale non è aiutata dalle condizioni dell’economia del Regno Unito. Anche prima della crisi dei gilts, il paese sembrava scivolare in recessione.

Bloomberg Economics stima che le turbolenze del mercato dalla fine di settembre toglieranno almeno un altro 1% alla crescita del prodotto interno lordo. Gli ultimi dati hanno mostrato che l’economia è scesa dello 0,3%, guidata da un calo dell’1,8% della produzione industriale.

PIL Regno Unito contrazione agosto 2022

La domanda è se un PIL più debole alteri le prospettive del comitato di politica monetaria alla sua prossima revisione economica del 3 novembre. Gran parte di ciò dipende da come verrà ricevuta la dichiarazione fiscale del Cancelliere il 31 ottobre.

I guadagni annuali dei prezzi sono già intorno al 10%. Tuttavia, gli eventi recenti significano che la BOE deve considerare attentamente i rischi di un aumento troppo grande dei tassi di interesse.

ARTICOLI CORRELATI:

I problemi dei fondi pensione del Regno Unito gettano il caos sui mercati obbligazionari globali: è in gioco la credibilità della Bank of England

Nuovo intervento della Bank of England nel mercato dei gilts: il piano di emergenza si avvicina al termine mentre esplode il caos

Il crollo della sterlina ai minimi storici: che opzioni ha la Bank of England?

L’intervento della Bank of England per fermare il crollo dei Gilt: iniziano gli acquisti di obbligazioni

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.