Oro ai Massimi Storici: Scopriamo i Motivi!

Nell’ultimo mese, il prezzo dell’oro ha raggiunto nuovi massimi storici e assistito a una delle sue più straordinarie accelerazioni di sempre. L’impennata non ha solo sorpreso gli investitori e gli analisti di tutto il mondo, ma ha anche acceso un vivace dibattito su quali fattori

Scopri

Battere un’Indice Azionario: la Sfida dei Gestori di Fondi

Nel dinamico mondo degli investimenti, uno degli obiettivi più ambiti dai gestori di fondi è superare i benchmark di mercato. Ma negli ultimi anni, battere un indice azionario è diventato sempre più difficile. Le cause? L’evoluzione delle strategie di investimento e la crescente complessità dei

Scopri

Il Sogno di un Atterraggio Morbido è in Pericolo

Nel tentativo di guidare l’economia americana verso una fase di espansione sostenibile, il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha perseguito la visione di un “atterraggio morbido”. Il sogno di un rallentamento dell’inflazione in parallelo con una crescita economica sostenuta sembra ora più distante. L’ultimo

Scopri

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 32

cosa fa muovere wall street borsa europea sintesi settimana 32

La tabella è da intendersi solo ed esclusivamente a scopo informativo e didattico. Nessuna informazione o dato in essa contenuti vuole essere un consiglio finanziario per il lettore, che declina l’autore da qualsiasi responsabilità.

Le azioni sono scese per la seconda settimana consecutiva mentre un mix di dati sull’inflazione si è aggiunto a un dibattito già acceso sul fatto che la Federal Reserve abbia finito di aumentare i tassi. L’S&P 500 è scivolato dello 0,3%, mentre il Nasdaq 100 è sceso di circa l’1,7%. Il Dow Jones Industrial ha registrato un lieve aumento.

Nelle cinque sessioni fino a giovedì, l’S&P 500 ha registrato un’oscillazione intraday media dell’1,1%, la più ampia da giugno. Sebbene la volatilità impallidisca rispetto a quella del mercato ribassista del 2022, il movimento giornaliero medio è raddoppiato rispetto a due settimane fa. Anche dopo il recente aumento, il VIX si trova al di sotto della sua media di lungo termine.

I fondi focalizzati sulle azioni statunitensi hanno registrato il primo deflusso in tre settimane, secondo i dati di EPFR Global. Invece, i fondi cash hanno attirato 20,5 miliardi di dollari e gli investitori hanno versato 6,9 miliardi di dollari in obbligazioni nella settimana fino al 9 agosto.

I rendimenti dei Treasury sono aumentati su tutta la curva. Il dollaro ha chiuso la settimana in rialzo, cancellando il calo post-buste paga.

Le criptovalute sono state ancora una volta relativamente tranquille, con Bitcoin che ha oscillato in un intervallo compreso tra i 29.000 e i 30.000 $.

L’oro e l’argento sono stati i maggiori perdenti della settimana tra le materie prime. Il petrolio ha registrato la sua serie più lunga di guadagni settimanali dalla metà del 2022, poiché diversi rapporti che prevedono un aumento della domanda hanno dato un nuovo impulso a un rally basato su maggiori rischi di interruzione dell’offerta e sull’estensione dei tagli alla produzione saudita.

Gli operatori nel mercato degli swap continuano ad aspettarsi che la Fed sospenderà i suoi aumenti dei tassi il mese prossimo.

L’inflazione core degli Stati Uniti rallenta

Una misura chiave dei prezzi al consumo negli Stati Uniti è aumentata solo modestamente per il secondo mese consecutivo. L’indice core CPI è aumentato dello 0,2% a luglio. Su base annuale, è aumentato del 4,7%. Anche il CPI complessivo è aumentato dello 0,2% rispetto al mese precedente. Tuttavia, la misura annuale è leggermente aumentata a causa di un confronto meno favorevole con un anno fa.

CPI USA luglio 2023

Oltre il 90% dell’aumento del CPI complessivo è dovuto ai costi delle abitazioni, che sono aumentati dello 0,4% per il secondo mese consecutivo. Nel frattempo, i prezzi delle auto usate sono diminuiti mentre le tariffe aeree hanno registrato i maggiori cali consecutivi dall’inizio della pandemia.

I generi alimentari hanno registrato l’aumento più grande dall’inizio dell’anno. Escludendo abitazioni ed energia, i prezzi dei servizi sono aumentati dello 0,2% rispetto al mese precedente, in ripresa rispetto a giugno. Su base annuale la metrica è salita al 4,1%, la prima accelerazione di quest’anno.

L’accelerazione dei prezzi dei servizi è stata parzialmente compensata dalla deflazione delle merci. I cosiddetti prezzi dei beni di base, che escludono cibo ed energia, hanno registrato il calo più grande da marzo dello scorso anno.

La Cina scivola in deflazione

L’indice dei prezzi al consumo in Cina è sceso dello 0,3% il mese scorso rispetto all’anno precedente, segnando il suo primo calo dal febbraio 2021. La misura dell’inflazione di base, che esclude i costi volatili di cibo ed energia, è salita allo 0,8% dallo 0,4%.

I prezzi alla produzione sono diminuiti per il decimo mese consecutivo, contraendosi del 4,4% a luglio rispetto all’anno precedente. È la prima volta da novembre 2020 che i prezzi al consumo e quelli alla produzione scivolano insieme.

deflazione cina

L’ufficio statistico della nazione ha attribuito il calo dei prezzi al consumo all’elevata base di confronto con lo scorso anno, affermando che la contrazione sarà probabilmente temporanea.

Una scomposizione dei dati sull’inflazione ha mostrato una contrazione dei prezzi di beni di consumo, cibo e trasporti, mentre i prezzi della spesa per servizi, come ricreazione e istruzione, sono aumentati.

La Cina sta attraversando un periodo di calo dei prezzi poiché la domanda dei consumatori e delle imprese si è indebolita dopo un’esplosione iniziale nel primo trimestre. Il prolungato crollo del mercato immobiliare, il calo della domanda di esportazioni e la contenuta spesa dei consumatori stanno pesando sulla ripresa dell’economia.

Gli investitori scommettono che i deboli dati sull’inflazione spingeranno la Banca popolare cinese ad aggiungere ulteriori stimoli monetari. Tuttavia, la banca centrale sta affrontando diversi vincoli che la rendono cauta, come uno yuan più debole e livelli di debito elevati nell’economia. Anche il sostegno fiscale è stato moderato, date le pressioni finanziarie che molti governi locali stanno affrontando.

ARTICOLI CORRELATI:

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 31

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 30

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 29

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 28

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.