La prima crisi finanziaria globale “moderna”

Anche se non molto conosciuta, la crisi del 1772-73 è stata senza dubbio la prima crisi finanziaria globale “moderna” in termini di percorsi di contagio finanziario e di ruolo che vi hanno giocato il credito del settore privato e i prodotti finanziari. Nonostante sia avvenuta

Scopri

In che modo il dollaro influenza l’economia globale?

Il dollaro USA non è solo la valuta di riserva globale, ma anche una variabile chiave che influenza l’economia globale. Per rappresentare il meccanismo attraverso il quale il dollaro americano governa la produzione e il commercio di tutto il mondo, gli economisti della Fed di

Scopri

L’impatto del ciclo di inasprimento della Fed sulle banche

Le turbolenze di quest’anno hanno evidenziato l’importanza di comprendere la distribuzione e la composizione dei finanziamenti bancari. Il ciclo di inasprimento della politica monetaria della Fed ha influenzato molto la struttura del finanziamento delle banche. In particolare, il sistema bancario ha registrato un notevole calo

Scopri

Quanto è difficile misurare l’inflazione?

Con i prezzi in rapido aumento dopo la pandemia di Covid, raramente i dati sull’inflazione sono stati così presenti nel dibattito pubblico come negli ultimi anni. Le stime dell’inflazione per un dato mese possono cambiare sostanzialmente man mano che vengono rilasciati i dati successivi. Ad

Scopri

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 10

La tabella è da intendersi solo ed esclusivamente a scopo informativo e didattico. Nessuna informazione o dato in essa contenuti vuole essere un consiglio finanziario per il lettore, che declina l’autore da qualsiasi responsabilità.

Il lavoro della Fed è diventato più difficile dopo che il più grande fallimento bancario statunitense dal 2008 ha messo in ombra un altro forte rapporto sui salari. I funzionari che valutano se i dati sull’occupazione di febbraio abbiano rafforzato la tesi per un aumento dei tassi di mezzo punto questo mese adesso devono anche considerare se il crollo della Silicon Valley Bank offra motivi di cautela che non possono ignorare.

Il fallimento di SVB ha scosso i mercati di tutto il mondo con le azioni statunitensi in calo e gli asset rischiosi in difficoltà. L’S&P 500 ha quasi cancellato tutti i suoi guadagni del 2023.

I trader si sono precipitati verso la sicurezza delle obbligazioni, che sono anche aumentate vertiginosamente dopo che i dati sull’occupazione hanno offerto un barlume di speranza che la Fed possa astenersi dall’accelerare il ritmo dei rialzi dei tassi.

Gli operatori di swap ora vedono un aumento di 25 punti base alla riunione politica del 21-22 marzo come più probabile rispetto a un movimento di mezzo punto punto percentuale. Hanno anche abbassato le loro aspettative su quanto in alto la Fed spingerà i costi di indebitamento, scontando ancora una volta un taglio dei tassi entro la fine dell’anno.

Il petrolio ha continuato a scambiare in un range ristretto, mentre l’oro è rimbalzato grazie al sentiment risk-off e alla diminuzione dei rendimenti obbligazionari.

Il dollaro è rimasto poco cambiato, avendo ridotto i guadagni della settimana a seguito delle buste paga.

Bitcoin ha registrato la settimana peggiore da novembre, scendendo sotto i 20.000 $ per la prima volta da gennaio.

Il più grande fallimento bancario dal 2008

La Silicon Valley Bank è diventata la più grande banca statunitense a fallire in più di un decennio dopo una settimana tumultuosa che ha visto un tentativo fallito di raccogliere capitale e un esodo di liquidità.

Venerdì i regolatori sono intervenuti e hanno nominato la Federal Deposit Insurance Corp. come curatore fallimentare. Pochi giorni prima, Silvergate Capital Corp. ha annunciato che avrebbe chiuso la sua banca, stimolando una più ampia svendita di azioni del settore.

Le banche stavano già soffrendo per il balzo dei tassi che ha eroso il valore dei loro portafogli. Nel caso di SVB, il tumulto si è autoalimentato poiché i clienti preoccupati per la sua salute si sono precipitati a prelevare denaro.

A Washington, la situazione ha provocato una serie di discussioni tra i massimi regolatori. Il segretario al Tesoro Janet Yellen ha convocato una riunione venerdì con i leader della Federal Reserve, della FDIC e dell’Office of the Comptroller of the Currency per discutere gli sviluppi intorno a SVB. Yellen ha affermato in una dichiarazione che il sistema bancario statunitense rimane resiliente e le autorità di regolamentazione dispongono di strumenti efficaci per affrontare le ricadute.

Rischio contagio SVB

Le azioni bancarie, considerate un posto sicuro in un mondo in cui i tassi sono in rialzo, hanno guidato il mercato al ribasso, registrando la settimana peggiore dal crollo del Covid.

crollo banche SVB

Gli eventi di questa settimana hanno intaccato un asse principale del caso rialzista per le azioni, essenzialmente che nessuno è stato danneggiato granché dall’aumento dei tassi. Sebbene si ritenga spesso che tassi più elevati rafforzino il reddito da interessi delle banche, la questione è complicata nel 2023 da una curva dei rendimenti fortemente invertita che deprime i rendimenti delle attività a più lunga scadenza rispetto alle passività a breve termine.

Mantenere i depositi è difficile quando i tassi del mercato monetario sono superiori del 50% rispetto agli interessi pagati sui conti di risparmio. E se i depositi fuggono, le banche sono costrette a contabilizzare quelle che erano state solo perdite cartacee su obbligazioni ipotecarie e titoli di Stato.

Le banche di piccole e medie dimensioni, dove i finanziamenti sono generalmente meno diversificati, possono subire una pressione maggiore e essere costrette a vendere più azioni e diluire gli investitori.

Anche se non si materializza alcun rischio sistemico, i travagli di SVB hanno ricordato che le banche potrebbero avere difficoltà a generare utili anche in un contesto di tassi in aumento. Questo è un potenziale mal di testa per tutti, dato che gli analisti prevedono che il gruppo avrà la seconda crescita dei profitti più alta tra i settori dell’S&P 500 quest’anno.

Non-farm payrolls

Le buste paga statunitensi sono state migliori del previsto, aumentando di 311.000 unità. Le revisioni dei mesi precedenti hanno mostrato 34.000 posti di lavoro in meno rispetto a quanto riportato in precedenza.

buste paga USA

La crescita dei salari è rimasta elevata, con guadagni orari medi in aumento del 4,6% rispetto all’anno precedente e dello 0,2% rispetto al mese di gennaio.

Nel complesso, il rapporto sull’occupazione indica che il mercato del lavoro è ancora troppo forte per la Fed e continua a far pressione sull’inflazione.

Il rapporto sull’occupazione è seguito dal CPI questa settimana. Questo sarà l’ultimo importante set di dati che la Fed dovrà prendere in considerazione prima della riunione di questo mese.

ARTICOLI CORRELATI:

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 9

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 8

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 7

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 6

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.