Il Potere degli Investimenti in Dividendi in un’Economia Incerta

In un periodo di incertezze fiscali, monetarie e geopolitiche, gli investitori hanno bisogno di strategie difensive per proteggere e accrescere i propri capitali. Una tale strategia, spesso sottovalutata ma di fondamentale importanza, è l’investimento in azioni che pagano dividendi crescenti. Questo blog post esplora l’importanza

Scopri

Inflazione USA Persistente: Le Cause e le Prospettive Future

Il 2024 doveva segnare un punto di svolta per l’economia degli Stati Uniti, con una discesa dell’inflazione al tanto agognato target del 2%, un obiettivo che avrebbe permesso alla Federal Reserve di abbassare i tassi di interesse. Tuttavia, contrariamente a queste previsioni ottimistiche, l’inflazione USA

Scopri

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 7

cosa fa muovere mercati settimana 7
La tabella è da intendersi solo ed esclusivamente a scopo informativo e didattico. Nessuna informazione o dato in essa contenuti vuole essere un consiglio finanziario per il lettore, che declina l’autore da qualsiasi responsabilità.

Le buone notizie sono cattive notizie per Wall Street. Con una serie di funzionari della Fed che minacciano di accelerare gli aumenti dei tassi dopo i dati economici ancora caldi, i rendimenti dei Treasury sono esplosi di nuovo e gli operatori hanno aumentato le loro aspettative su quanto in alto salirà il tasso di riferimento.

Il mercato obbligazionario ha finalmente recepito il messaggio della Federal Reserve, mentre gli investitori azionari continuano a ignorarlo, per la maggior parte. L’S&P 500 ha chiuso la settimana in calo di appena lo 0,3% e il Nasdaq 100 ha ottenuto un guadagno dello 0,4%. Le condizioni finanziarie sono ancora allentate rispetto all’inizio dell’anno.

Il dollaro ha chiuso la settimana leggermente più forte.

Bitcoin è salito di oltre il 12%, raggiungendo il livello più alto da giugno 2022.

Il rame è stato l’unica materia prima principale a guadagnare la scorsa settimana, mentre il petrolio ha chiuso in ribasso sui 76 $. L’oro è sceso per la terza settimana consecutiva, incapace di tornare sopra i 1900 $.

cosa fa muovere mercati performance settimana 7
Dati elaborati da Quantaste

L’inflazione USA rimane elevata

L’indice dei prezzi al consumo degli Stati Uniti è rimasto elevato a gennaio, segnalando persistenti pressioni inflazionistiche che potrebbero spingere la Federal Reserve ad alzare i tassi di interesse più in alto di quanto precedentemente previsto.

Su base mensile, l’indice complessivo è salito dello 0,5%, il massimo in tre mesi, sostenuto dai costi dell’energia e degli alloggi. La misura è aumentata del 6,4% rispetto all’anno precedente. Escludendo cibo ed energia, il cosiddetto core CPI è aumentato dello 0,4% il mese scorso e del 5,6% rispetto all’anno precedente.

Entrambe le misure annuali sono state superiori alle attese e hanno mostrato una decelerazione molto più lenta di quella osservata negli ultimi mesi.

inflazione USA gennaio 2023

I dettagli del CPI hanno mostrato che lo shelter è stato di gran lunga il maggior contributore all’aumento mensile, rappresentando quasi la metà dell’aumento.

I costi degli alloggi, che rappresentano la maggiore componente dei servizi e costituiscono circa un terzo del CPI, sono aumentati dello 0,7% il mese scorso. Su base annuale, l’inflazione degli affitti e dello shelter ha raggiunto un massimo storico rispettivamente dell’8,6% e del 7,5%.

I cosiddetti servizi core che escludono energia e alloggi sono aumentati dello 0,3%, in leggero calo rispetto al mese precedente. Si ritiene che i salari siano un fattore chiave della crescita di questa categoria. Detto questo, un calo mensile record dei servizi di assistenza medica ha pesato sulla cifra. Escludendo tale categoria, l’inflazione dei servizi è aumentata dello 0,8%, il massimo da settembre.

I consumatori continuano a spendere

Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti hanno registrato l’aumento più alto in quasi due anni (3%) a gennaio, dimostrando che i consumatori hanno ancora voglia di spendere. Su base annua, l’aumento è stato del 6,4%.

vendite dettaglio USA

Escludendo le automobili, le vendite sono aumentate del 2,3%, secondo il rapporto che non è adeguato all’inflazione. Le vendite di ristoranti e locali per bere sono aumentate del 7,2%, in testa a tutte le principali categorie. I rivenditori di autoveicoli e ricambi sono cresciuti del 5,9%, mentre i negozi di mobili e arredamento per la casa hanno registrato un aumento del 4,4%.

Con un aumento del 2,4% dei prezzi del gas, gli incassi presso le stazioni di servizio sono rimasti invariati. I rivenditori online hanno registrato un aumento dell’1,3%, mentre i negozi di elettronica ed elettrodomestici sono aumentati del 3,5%. Nessuna categoria ha registrato un calo, dopo un dicembre in cui le vendite sono diminuite dell’1,1%.

Il No-landing dell’economia

I mercati hanno iniziato a scontare il “no landing“, uno scenario in cui la crescita economica rimane robusta e l’inflazione persistentemente elevata mentre la Federal Reserve continua ad essere aggressiva. Più resiliente si rivelerà l’economia, più la Fed sarà costretta a portare in alto i tassi d’interesse.

Nessun atterraggio significa nessuna pausa della Fed. Secondo gli strateghi di Bank of America, la continua campagna aggressiva della banca centrale probabilmente porterà ad un atterraggio duro nell’ultima parte del 2023. Ciò dovrebbe riflettersi sul mercato azionario.

Questa visione pessimistica sembra condivisa dai gestori di fondi globali. La maggior parte degli investitori è scettica sul fatto che l’attuale rally azionario durerà. Circa il 66% degli intervistati ha affermato che le azioni stanno assistendo a un rally del mercato ribassista, segnalando che si aspettano nuovi minimi.

Il 31% degli investitori è ora sottopesato in azioni, rispetto a un picco del 52% a settembre. Si tratta comunque di una percentuale superiore alla media storica.

no landing economia
ARTICOLI CORRELATI:

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 6

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 5

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 4

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 3

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.