Investire nel Nucleare: Il Futuro dell’Energia per Data Center e IA

Negli ultimi anni, abbiamo assistito a un aumento vertiginoso del consumo di elettricità, spinto dall’espansione dei data center, delle criptovalute e delle tecnologie di intelligenza artificiale (IA). Immagina un futuro dove la richiesta di energia continua a crescere a un ritmo senza precedenti, e dove

Scopri

Investimenti in AI: Opportunità d’Oro o Trappola Finanziaria?

Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale (AI) ha vissuto una crescita esponenziale, sia in termini di sviluppo tecnologico che di investimenti, offrendo opportunità senza precedenti ma anche significativi rischi. In questo articolo, esploreremo le tendenze attuali, le applicazioni più promettenti e le preoccupazioni degli investitori, fornendo

Scopri

Powell Mette in Guardia sui Rischi del Mercato del Lavoro

Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha recentemente lanciato un avvertimento sui rischi del mercato del lavoro, sottolineando che l’inflazione non è l’unico pericolo per l’economia. Durante le sue dichiarazioni al Congresso, Powell ha evidenziato come il raffreddamento del mercato del lavoro e l’incertezza

Scopri

L’Impatto del Fallimento di Mt. Gox sul Prezzo di Bitcoin

Negli ultimi giorni, Bitcoin ha subito una flessione, alimentata dai timori di possibili vendite da parte dei creditori dell’exchange fallito Mt. Gox. Questo ha generato dubbi sulla tenuta del mercato rialzista delle criptovalute iniziato l’anno scorso. Ma cosa sta succedendo esattamente e perché il fallimento

Scopri

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 01

La tabella è da intendersi solo ed esclusivamente a scopo informativo e didattico. Nessuna informazione o dato in essa contenuti vuole essere un consiglio finanziario per il lettore, che declina l’autore da qualsiasi responsabilità.

Non è così che Wall Street sperava di veder iniziare il 2024. Dopo il rally delle festività natalizie, gli asset hanno subito un danno che ha superato qualsiasi altro inizio anno in almeno due decenni. Con il bacino di nuovi acquirenti in esaurimento, i rialzisti hanno dovuto fare i conti con la sensazione di aver spinto troppo oltre l’euforia di dicembre.

Tutte le principali asset class hanno registrato un calo nella settimana abbreviata per le festività. Gli ETF che replicano azioni e reddito fisso sono diminuiti di almeno l’1,5% nelle prime quattro sessioni, il peggior crollo cross-asset registrato all’inizio di un anno da quando i due popolari ETF obbligazionari (TLT e LQD) sono stati creati a metà del 2002.

crollo mercati inizio 2024

L’S&P 500 è sceso per la prima volta in 10 settimane, interrompendo la serie di guadagni più lunga in quasi 20 anni. Il Nasdaq ha registrato la peggior settimana dallo scorso marzo. I Magnifici 7 hanno visto spazzare via oltre 400 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato, cancellando tutti i guadagni di dicembre. I titoli del Tesoro e il credito societario hanno registrato il calo maggiore da ottobre. In termini di ricchezza totale distrutta, i mercati obbligazionari e azionari globali hanno visto spazzare via oltre 3 bilioni di dollari.

crollo azioni obbligazioni 2024

Sebbene fattori sfavorevoli come il declassamento di Apple e le massicce emissioni societarie abbiano pesato sui mercati, il posizionamento compiacente degli investitori, in particolare riguardo alla politica della Fed, è stato l’acceleratore principale. Nel reddito fisso, i trader avevano considerato un taglio dei tassi di interesse a marzo come una scommessa sicura a fine dicembre. Ora, la probabilità è stata ridotta a circa il 70%. Per tutto il 2024, il mercato indica un totale di 137 punti base di tagli dei tassi, contro i circa 160 punti base di mercoledì scorso.

I rendimenti dei titoli del Tesoro a 10 anni hanno ripercorso più della metà del calo dal 13 dicembre -quando il presidente della Fed ha gettato le basi per un allentamento monetario quest’anno – ritornando al 4%. Un sondaggio di JPMorgan ha mostrato che le posizioni long dei suoi clienti nel mercato dei titoli del Tesoro hanno raggiunto i massimi dal 2010 a novembre prima di essere gradualmente ridotte.

Sebbene l’intera curva abbia registrato rendimenti più elevati nel corso della settimana, i rendimenti a 30 anni sono aumentati maggiormente (fino a 16 punti base). I rendimenti a 2 anni sono aumentati di 13,5 punti base, l’aumento di inizio anno più grande dal 2005.

aumento rendimenti obbligazioni inizio 2024

Il dollaro ha registrato un rally all’inizio dell’anno mentre l’oro è sceso. I prezzi del petrolio hanno registrato una forte flessione, per poi chiudere la settimana in rialzo.

I segnali di raffreddamento del mercato del lavoro statunitense

L’unica buona notizia del rapporto sull’occupazione di dicembre è la lettura relativa alle buste paga. Il resto del rapporto è pieno di prove di un mercato del lavoro in raffreddamento.

L’occupazione del sondaggio delle famiglie ha registrato il calo più grande dall’aprile 2020. La durata dei periodi di disoccupazione è aumentata e il tasso di partecipazione al lavoro è sceso. Allo stesso tempo, un numero maggiore di lavoratori temporanei sono incapaci di trovare lavoro e i lavori part-time per ragioni economiche o per una riduzione dell’orario di lavoro sono aumentati. Il numero di dipendenti a tempo pieno è diminuito in misura maggiore da aprile 2020.

Le buste paga non agricole sono aumentate di 216.000 unità dopo le revisioni al ribasso dei date dei due mesi precedenti. L’aumento delle buste paga è stato guidato da sanità, governo, edilizia, tempo libero e ospitalità.

non farm payrolls dicembre

Nel frattempo, il tasso di disoccupazione si è mantenuto al 3,7%. La retribuzione oraria media è aumentata dello 0,4% rispetto al mese precedente e del 4,1% rispetto a dicembre 2022.

I Fed minutes di dicembre

Secondo i verbali della riunione del 12-13 dicembre, i funzionari della Fed hanno concordato che sarebbe stato opportuno mantenere una posizione restrittiva “per un certo periodo”. Il FOMC ritiene che i tassi d’interesse siano probabilmente pari o vicini al picco per questo ciclo di inasprimento.

I verbali hanno indicato un crescente ottimismo tra i partecipanti sull’andamento dell’inflazione. I funzionari della Fed hanno discusso il ruolo dell’offerta nel ridurre ulteriormente l’inflazione. Alcuni di loro hanno affermato che l’aiuto derivante dal risanamento delle catene di approvvigionamento e dall’aumento dell’offerta di manodopera è stato “in gran parte completato”, mentre altri hanno visto il potenziale per ulteriori miglioramenti.

Le proiezioni trimestrali implicano tre tagli dei tassi nel 2024, ovvero circa 75 punti base. Tuttavia, le aspettative individuali dei funzionari per i tassi di interesse alla fine del 2024 variavano ampiamente. Il dot plot della Fed ha mostrato che otto funzionari vedono due tagli di un quarto di punto o meno, mentre 11 funzionari se ne aspettano tre o più.

ARTICOLI CORRELATI:

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 52

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 51

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 50

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 49

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.