L’effetto delle Elezioni Anticipate di Macron sul Mercato Francese

L’annuncio delle elezioni anticipate da parte del presidente Emmanuel Macron ha generato una significativa incertezza nel settore finanziario francese. Dopo anni di sforzi per posizionare Parigi come centro finanziario europeo post-Brexit, le nuove elezioni potrebbero mettere a rischio i progressi fatti. Questo articolo esplorerà l’effetto

Scopri

Come Affrontare la Correlazione Positiva tra Azioni e Obbligazioni

Nel mondo degli investimenti, una delle sfide più significative degli ultimi trent’anni si sta manifestando proprio ora: la forte correlazione positiva tra azioni e obbligazioni. Tradizionalmente, la classica allocazione 60/40 (60% azioni e 40% obbligazioni) ha offerto una diversificazione e una protezione del rischio naturale.

Scopri

L’Influenza del Dot Plot della Fed sui Mercati Finanziari

Quando si parla di trading e investimenti, la parola “Fed” richiama subito l’attenzione. La Federal Reserve, la banca centrale degli Stati Uniti, è un’istituzione che ha il potere di influenzare i mercati finanziari globali con le sue decisioni. Tra gli strumenti di comunicazione della Fed,

Scopri

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 20

cosa fa muovere wall street borsa europea settimana 20
La tabella è da intendersi solo ed esclusivamente a scopo informativo e didattico. Nessuna informazione o dato in essa contenuti vuole essere un consiglio finanziario per il lettore, che declina l’autore da qualsiasi responsabilità.

Per la prima volta nei suoi 128 anni di storia, il Dow Jones ha chiuso sopra i 40.000, una pietra miliare arrivata mentre il mercato rialzista va avanti. A seguito dei rapporti sull’inflazione che hanno riacceso le speranze sui tagli dei tassi della Federal Reserve, le azioni hanno registrato la loro serie di vittorie settimanali più lunga da febbraio. Anche i forti utili hanno alimentato i guadagni, con l’attenzione ora spostata sui risultati di mercoledì 22 maggio di Nvidia, il simbolo dell’intelligenza artificiale. Anche se il rally ha perso slancio negli ultimi due giorni, il mercato è ancora pronto per il suo mese migliore nel 2024.

L’indice S&P 500 ha riconquistato la soglia dei 5.300. Nel frattempo, l’“indicatore della paura” di Wall Street, il VIX, è sceso sotto quota 12, toccando il minimo da novembre 2019.

Il sentiment degli investitori ha raggiunto livelli che segnalano “euforia” del mercato, guidato da un picco nei volumi degli scambi durante i rally di inizio settimana in titoli meme come GameStop Corp. e AMC Entertainment Holdings Inc.. Tutti i principali asset – dalle azioni alle obbligazioni, fino alle materie prime – sono saliti, segnando il miglior rally pan-market del 2024. Bitcoin ha segnato una performance positiva mentre il dollaro è sceso.

Sul fronte economico, una serie di dati inferiori alle stime – dall’occupazione alle vendite al dettaglio e alla produzione – ha portato la versione americana dell’Economic Surprise Index di Citigroup al minimo da gennaio 2023. L’indicatore misura la differenza tra i dati effettivi e le aspettative degli analisti.

rallentamento economia USA secondo trimestre

Il Ritorno delle Meme Stock

Nel 2021, una legione di trader di azioni “meme” ha scatenato un tumulto nei mercati finanziari, infliggendo danni severi ai venditori allo scoperto. È bastato un post su X di Keith Gill, alias “Roaring Kitty”, figura chiave della precedente meme-mania, per riaccendere l’attenzione dei retail trader.

Titoli come GameStop e AMC sono schizzati alle stelle all’inizio della scorsa settimana, ma sono crollati velocemente. Durante il picco di questa nuova ondata, la capitalizzazione di mercato di GameStop ha visto un incremento di quasi 4 miliardi di dollari. La febbre speculativa si è estesa ad altri titoli con un elevato interesse di vendita allo scoperto, come SunPower Corp., BlackBerry Ltd., Lucid Group Inc. e Virgin Galactic Holdings Inc.

Nonostante il vivace interesse, i volumi di scambio di quest’ultima mania meme rimangono significativamente inferiori ai livelli del picco del 2021. Lo stesso vale per l’attività di negoziazione di opzioni rialziste.

meme stock mania 2024

Oggi, solo il 24% delle azioni di GameStop è oggetto di vendita allo scoperto, una percentuale molto inferiore al 140% precedente al rally del 2021. Probabilmente non vedremo una ripetizione esatta del 2021, quando GME ha visto un’impennata del 2.000%.

La mania delle azioni meme emerse tre anni fa in un contesto in cui i trader al dettaglio erano galvanizzati dagli stimoli economici legati alla pandemia. Quel periodo è ormai un ricordo, con i tassi di interesse ai massimi dal 2001. Tuttavia, la storia ci insegna che sottovalutare il potere dei meme può essere pericoloso.

Lo Short Squeeze sul Mercato del Rame

La scorsa settimana abbiamo visto un’enorme differenza di prezzo tra il rame venduto a New York e quello venduto a Londra e Shangai. Sulla borsa Comex, il prezzo del contratto future con scadenza a luglio ha raggiunto livelli record, mentre quello del contratto di riferimento globale sul London Metal Exchange (LME) è rimasto quasi invariato. Il divario tra i due ha superato i 1,200 dollari per tonnellata.

short squeeze rame

Questa mossa è stata attribuita a un fenomeno chiamato “short squeeze”. Fondamentalmente, alcuni investitori avevano scommesso che i prezzi del rame sarebbero scesi, ma sono stati costretti a comprare rame quando i prezzi hanno iniziato a salire invece di scendere, spingendo i prezzi ancora più in alto.

Normalmente, gli investitori cercano di guadagnare dalle differenze di prezzo tra i vari mercati, una strategia nota come arbitraggio. Ma le cose sono andate storte questa volta. Gli investitori che avevano venduto rame contando di riacquistarlo a un prezzo inferiore hanno trovato difficoltà a procurarsi il metallo necessario. Con le scorte del Comex particolarmente basse, la limitata disponibilità di rame ha portato a un’ulteriore escalation dei prezzi.

Anche se la situazione è complicata, potrebbe esserci un certo sollievo all’orizzonte. Una pratica che potrebbe contribuire ad allentare la situazione è il “rollover” dei contratti di futures. Questo processo, che prevede la vendita di contratti in scadenza e l’acquisto di nuovi contratti con scadenze più lontane, può aiutare a ridurre la pressione immediata sul mercato. Inoltre, l’arrivo di nuove forniture di rame potrebbe contribuire a stabilizzare i prezzi.

L’Inflazione USA Diminuisce per la Prima Volta in 6 Mesi

La misura dell’inflazione sottostante negli Stati Uniti si è raffreddata ad aprile per la prima volta in sei mesi. Il cosiddetto indice core dei prezzi al consumo – che esclude i costi alimentari ed energetici – è salito dello 0,3% da marzo, interrompendo una serie di valori superiori alle previsioni che avevano alimentato la preoccupazione che l’inflazione si stesse radicando. La misura su base annua si è raffreddata al ritmo più lento degli ultimi tre anni.

L’incremento dell’indice dei prezzi al consumo è stato trainato ancora una volta da servizi come l’assicurazione auto e l’assistenza medica. I prezzi degli alloggi, che rappresentano la categoria più ampia tra i servizi, sono aumentati dello 0,4% per il terzo mese.

Escludendo l’edilizia abitativa e l’energia, i prezzi dei servizi sono aumentati dello 0,4% da marzo, il ritmo più debole quest’anno. Sebbene i funzionari della Fed abbiano sottolineato l’importanza di considerare tale parametro nel valutare la traiettoria dell’inflazione, lo calcolano sulla base di un indice separato.

Sebbene i dati possano offrire alla Fed qualche speranza che l’inflazione stia riprendendo la sua tendenza al ribasso, i funzionari vorranno vedere ulteriori letture per ottenere la fiducia necessaria per iniziare a pensare di tagliare i tassi di interesse. Il presidente Jerome Powell ha detto lo scorso martedì che la banca centrale dovrà essere paziente e lasciare che la politica restrittiva faccia il suo lavoro. Alcuni politici non si aspettano tagli dei tassi quest’anno.

ARTICOLI CORRELATI:

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 19

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 18

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 17

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 16

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.