Come Investire in Arte: Strategie Innovative e Consigli Pratici

Investire in arte non è solo un modo per arricchire il proprio spazio con bellezza e cultura, ma può anche rappresentare una strategia di investimento interessante e potenzialmente redditizia. Tuttavia, come ogni investimento, comporta rischi e richiede conoscenza e preparazione. Nel 2023, il valore complessivo

Scopri

Come Eseguire il Carry Trade e Massimizzare i Profitti

Il carry trade è un argomento di grande rilevanza nel mondo della finanza. Questo strumento di investimento, se ben compreso e gestito, può offrire opportunità significative. Tuttavia, è essenziale essere consapevoli dei rischi che comporta. In questo post, esamineremo il funzionamento del carry trade, le

Scopri

Investire nel Mercato del Rame 2024: Tra Realtà e Speculazione

Investire nel mercato del rame sta emergendo come una delle opportunità più interessanti nel 2024. Con un incremento significativo dei prezzi, questo metallo sta attirando l’attenzione di investitori e analisti in tutto il mondo. Questo articolo esplorerà le dinamiche attuali del mercato del rame, mettendo

Scopri

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 19

cosa fa muovere wall street borsa europea settimana 19
La tabella è da intendersi solo ed esclusivamente a scopo informativo e didattico. Nessuna informazione o dato in essa contenuti vuole essere un consiglio finanziario per il lettore, che declina l’autore da qualsiasi responsabilità.

Wall Street sembra finalmente aver trovato un’oasi di tranquillità. L’S&P 500 ha appena registrato la terza settimana consecutiva di guadagni mentre il Dow Jones è salito per l’ottava sessione consecutiva. Tuttavia, non tutto è sereno come sembra.

Una serie di dati inferiori alle stime – dall’occupazione ai servizi e al manifatturiero – ha portato la versione americana dell’Economic Surprise Index di Citigroup al minimo da gennaio 2023. L’indicatore misura la differenza tra i dati effettivi e le aspettative degli analisti.

rallentamento economia USA

Venerdì un sondaggio condotto dall’Università del Michigan ha mostrato che la fiducia dei consumatori statunitensi è scesa ai minimi di sei mesi, mentre le aspettative di inflazione a breve termine sono aumentate.

Mentre un rallentamento nei settori chiave ha incoraggiato le scommesse sui tagli dei tassi, un coro di funzionari della Fed ha continuato a far eco al mantra “higher for longer”. Il mercato sconta pienamente un taglio dei tassi entro novembre e una seconda riduzione entro la riunione di gennaio.

I rendimenti dei titoli del Tesoro, insieme al dollaro, hanno ampliato i guadagni dopo il rapporto dell’Università del Michigan. Bitcoin e Ethereum, invece, hanno risentito delle ultime notizie. Per quanto riguarda le materie prime, il petrolio è sceso a 78 dollari al barile, mentre l’oro è aumentato.

Una Robusta Stagione degli Utili

La maggior parte delle società americane ha riportato risultati e finora il 79% ha superato le aspettative degli analisti. I risultati delle più grandi aziende tecnologiche hanno portato per lo più buone notizie, con Alphabet, Amazon, Apple, Meta, Microsoft e Tesla che hanno già reso noti i loro dati. Adesso mancano solo i risultati di Nvidia, previsti per il 22 maggio.

Compresi i dati stimati per il produttore di chip più prezioso del mondo, si prevede che la crescita degli utili Q1 delle megacap tecnologiche supererà il 49%, un netto balzo rispetto al quasi 14% dello stesso periodo dell’anno scorso.

L’eccellente performance dei “Magnifici Sette” sembra tuttavia destinata perdere slancio. Gli analisti di Bank of America prevedono che la crescita degli utili dei Magnifici Sette rallenterà, mentre gli utili delle altre 493 aziende dovrebbero accelerare.

previsioni crescita utili

Bank of England: I Tagli si Avvicinano

La Bank of England ha inviato il segnale più chiaro finora che si sta avvicinando ai tagli dei tassi, con il governatore Andrew Bailey che ha indicato che i mercati stavano sottovalutando il ritmo dell’allentamento nei prossimi mesi.

Il governatore della BOE ha espresso i suoi commenti dopo che la banca centrale del Regno Unito ha votato 7-2 per mantenere il tasso di interesse di riferimento al 5,25%. Un taglio dei tassi già alla prossima riunione del 20 giugno “non è né escluso né un fatto compiuto”. Prima di quella data i membri avranno tra le mani due rapporti sull’inflazione e sui salari.

Dopo la conferenza stampa di Bailey, i trader hanno scontato una possibilità del 50% che il primo taglio di 25 punti base avvenga il mese prossimo e hanno continuato ad anticiparne uno entro agosto. I mercati ora implicano un totale di 59 punti base di riduzioni quest’anno.

I funzionari della BOE stimano che l’inflazione tornerà all’obiettivo del 2% nel secondo trimestre, a causa della riduzione delle bollette energetiche, per poi aumentare più lentamente di quanto precedentemente stimato nel corso dell’anno. Tuttavia, hanno messo in guardia sui rischi al rialzo derivanti da “fattori geopolitici”.

previsioni inflazione UK Bank of England
La Bank of England ha rivisto al ribasso le sue previsioni dell’inflazione

La riunione “abbastanza accomodante” ha leggermente rafforzato la sterlina, che ha recentemente rimbalzato dal suo minimo annuale. Un taglio della BOE a giugno potrebbe metterla in contrasto con la Fed, che non dovrebbe allentare la sua politica fino alla fine dell’anno, e allinearla con la Banca Centrale Europea.

La Debolezza dello Yen e le sue Ripercussioni

Il contesto attuale del mercato valutario è dominato da una serie di sfide e opportunità. La recente debolezza dello yen, che ha toccato il minimo degli ultimi 34 anni rispetto al dollaro, ha innescato una serie di riflessioni sugli effetti a catena che potrebbero verificarsi in tutta l’Asia.

I movimenti dello yen hanno messo sotto pressione le valute dei vicini asiatici, come il won sudcoreano e il dollaro taiwanese. Nonostante gli interventi delle banche centrali per supportare le proprie valute, il contesto di un dollaro forte continua a rappresentare una sfida significativa.

L’ipotesi di una debolezza prolungata dello yen alimenta la speculazione che altre nazioni asiatiche possano essere spinte verso una svalutazione competitiva, nonostante finora abbiano cercato di sostenere i loro tassi di cambio piuttosto che lasciarli scivolare.

L’incertezza è amplificata dalla debolezza dello yuan, vista da alcuni in Occidente come una manipolazione valutaria, soprattutto in seguito agli ingenti investimenti annunciati dalla Cina nel settore manifatturiero e alla sua aggressiva strategia di esportazione.

ARTICOLI CORRELATI:

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 18

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 17

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 16

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 15

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.