Come Affrontare la Correlazione Positiva tra Azioni e Obbligazioni

Nel mondo degli investimenti, una delle sfide più significative degli ultimi trent’anni si sta manifestando proprio ora: la forte correlazione positiva tra azioni e obbligazioni. Tradizionalmente, la classica allocazione 60/40 (60% azioni e 40% obbligazioni) ha offerto una diversificazione e una protezione del rischio naturale.

Scopri

L’Influenza del Dot Plot della Fed sui Mercati Finanziari

Quando si parla di trading e investimenti, la parola “Fed” richiama subito l’attenzione. La Federal Reserve, la banca centrale degli Stati Uniti, è un’istituzione che ha il potere di influenzare i mercati finanziari globali con le sue decisioni. Tra gli strumenti di comunicazione della Fed,

Scopri

Inflazione USA si raffredda, sostenendo la pausa della Fed

L’inflazione USA si è raffreddata ad aprile, sostenendo una pausa dei rialzi dei tassi della Fed. I fattori chiave delle pressioni sui prezzi – servizi e alloggi – hanno iniziato ad attenuarsi.

Gli aumenti degli affitti sono stati inferiori rispetto allo scorso anno e i prezzi dei servizi, escluse le abitazioni e l’energia – una categoria che la Federal Reserve sta osservando da vicino – hanno registrato l’aumento più piccolo dalla scorsa estate.

L’inflazione degli alloggi e dei servizi è rimasta ostinatamente elevata tra le forti tendenze del reddito e un continuo vento favorevole dalla riapertura dell’economia che ha visto gli americani desiderosi di viaggiare e cenare fuori.

L’indice complessivo dei prezzi al consumo è aumentato del 4,9% rispetto all’anno precedente, registrando la prima lettura inferiore al 5% in due anni. Escludendo cibo ed energia, anche il core CPI si è moderato al 5,5%.

Le categorie del CPI di aprile

I costi degli alloggi, che sono la maggiore componente dei servizi e costituiscono circa un terzo dell’indice CPI complessivo, sono aumentati dello 0,4% il mese scorso – il minimo in oltre un anno – riflettendo soggiorni in hotel più economici. Gli aumenti di marzo e aprile in questa categoria sono stati inferiori alla media dello scorso anno.

inflazione USA aprile affitti

Il calo delle tariffe aeree e alberghiere ha contribuito a mantenere sotto controllo l’indice dei prezzi dei servizi di base, che sono aumentati solo dello 0,1% ad aprile e del 5,1% rispetto all’anno scorso – gli aumenti più piccoli da luglio. I funzionari della Fed hanno sottolineato l’importanza di escludere l’energia e l’edilizia abitativa nella valutazione delle prospettive.

inflazione USA aprile servizi di base

La disinflazione dei beni, che lo scorso anno stava riducendo le pressioni generali sui prezzi, ha perso vigore. Escludendo cibo ed energia, i prezzi dei beni sono aumentati dello 0,6% ad aprile, il massimo da giugno. Ciò è stato in gran parte causato dall’aumento dei prezzi delle auto usate più grande in due anni. Gli analisti non vedono questo trend continuare nei prossimi mesi, dato un calo degli indicatori del settore privato dei prezzi all’ingrosso che tende a guidare la misura del BLS. Nel frattempo, i prezzi dei veicoli nuovi sono diminuiti, mentre quelli degli elettrodomestici sono scesi ad un ritmo record.

Altrove nel rapporto, i costi energetici sono aumentati dello 0,6%, spinti dall’aumento dei prezzi alla pompa. Mentre i costi dei generi alimentari sono diminuiti per il secondo mese consecutivo, il prezzo dei pasti fuori casa ha continuato a salire.

Pausa si, tagli no!

Lo sviluppo chiave nei dati sull’inflazione USA di aprile è che i servizi di base escluse le abitazioni sembrano davvero aver girato l’angolo. Questo è esattamente lo sviluppo che la Fed stava cercando per mettere in pausa il suo ciclo di inasprimento più aggressivo dagli anni ’80.

L’inflazione USA si sta raffreddando mentre un anno di aumenti dei tassi di interesse e il recente stress del credito si fanno strada nell’economia. Tuttavia, i prezzi complessivi stanno ancora aumentando a un ritmo sostenuto e il mercato del lavoro rimane solido.

La Fed avrà bisogno di vedere più di un mese di dati per essere sicura che le pressioni sui prezzi siano su un chiaro percorso discendente. Detto questo, il rapporto di mercoledì sarà uno dei tanti fattori che incideranno sulla decisione dei responsabili politici del mese prossimo.

Prima della riunione di giugno, i membri del FOMC riceveranno anche il CPI di maggio, oltre ai rapporti sul mercato del lavoro e la loro misura di inflazione preferita, l’indice PCE. Inoltre, i funzionari stanno ancora monitorando lo stress bancario in corso e fino a che punto inasprirà le condizioni del credito.

La scorsa settimana i politici hanno alzato i tassi di interesse per la decima volta consecutiva, portando l’obiettivo sul loro tasso di riferimento sopra il 5% per la prima volta dal 2007. I funzionari della Fed hanno lasciato intendere che vogliono tempo per valutare l’effetto della loro campagna di inasprimento sull’economia.

I mercati si aspettano tagli dei tassi entro la fine dell’anno, tra i timori che l’inasprimento del credito possa portare a un marcato rallentamento dell’economia. Ma i lenti progressi nella riduzione dell’inflazione core evidenziano quanto sia improbabile che la Fed tagli i tassi quest’anno.

La stretta creditizia

Mentre l’inflazione è stata il fattore trainante dietro i rapidi aumenti dei tassi della Fed nell’ultimo anno, i funzionari hanno indicato che l’impatto della stretta creditizia probabilmente peserà sulle decisioni di politica monetaria mentre si avvicinano alla fine del ciclo di rialzo dei tassi.

Tuttavia, i responsabili politici hanno affermato che l’impatto è altamente incerto e alcuni pensano che potrebbe aiutare a frenare le pressioni sui prezzi.

Un rapporto della Fed pubblicato lunedì ha mostrato che le banche hanno riportato standard più severi e una domanda di prestiti più debole nel primo trimestre. Ma i dati suggerivano la continuazione di una tendenza iniziata prima che emergessero le recenti tensioni nel settore bancario, non necessariamente un’accelerazione delle condizioni di credito più restrittive.

Il capo della Fed di New York, John Williams, ha dichiarato martedì che monitorerà da vicino come le tensioni nel settore bancario influiranno sull’economia statunitense e ha lasciato la porta aperta per lasciare i tassi di interesse in sospeso il mese prossimo.

Williams ha anche affermato che i funzionari avrebbero stretto di più se necessario per ridurre l’inflazione all’obiettivo del 2%, ma ha respinto l’aspettativa che la Fed taglierà presto i costi di indebitamento.

ARTICOLI CORRELATI:

L’inflazione core USA rallenta solo di poco, sostenendo un altro aumento della Fed a maggio

La Fed non può domare l’inflazione senza causare una recessione, afferma uno studio

Wall Street si aspetta che la Fed tagli i tassi quest’anno

Quanto è “persistente” l’inflazione in USA?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.