Quanto vale Bitcoin? Le tecniche per dare un prezzo a BTC

La valutazione del Bitcoin può essere difficile in quanto si tratta di una classe di attività distinta rispetto alle normali azioni. Gli approcci di valutazione tradizionali, come i multipli PE e l’analisi basata sugli utili, potrebbero non applicarsi direttamente al Bitcoin. Di conseguenza, investitori e

Scopri

Il crollo di Adani Group cancella 74 miliardi di dollari

Il crollo di Adani Group, scaturito dalle accuse di frode di Hindenburg Research, è entrato nella sua quarta sessione. Nonostante la dimostrazione di sostegno da parte di un investitore chiave, le perdite hanno raggiunto i 74 miliardi di dollari. Le azioni della maggior parte delle

Scopri

Tesla: gli utili del quarto trimestre battono le stime

Tesla ha registrato profitti migliori del previsto nell’ultimo trimestre, anche se ha fornito segnali contrastanti sulle prospettive di crescita delle consegne di veicoli. Gli utili del quarto trimestre di Tesla battono le stime, attestandosi a $ 24,3 miliardi. I margini lordi del settore automobilistico, tuttavia,

Scopri

NYSE: interruzione del trading dopo un problema tecnico

Un’interruzione del trading per alcuni titoli quotati sul NYSE ha fatto venire i brividi a Wall Street poiché dozzine di società ad alta capitalizzazione sembravano cancellare miliardi di dollari di valore di mercato senza una ragione apparente. Il trading è stato interrotto nei primi 30

Scopri
Investire sugli Oscar 2023

Investire sui vincitori agli Oscar 2023

Negli ultimi 10 anni, un investitore che avesse investito nella società pubblica che possedeva il distributore del film vincitore il mese prima della premiazione e avesse venduto un mese dopo, avrebbe avuto un guadagno medio del 7,6%.
Tuttavia, indovinare quale film vincerà è difficile e spesso non c’è modo di investire nella distribuzione del film.
Anche se gli investitori scelgono il film giusto, non c’è garanzia di successo: il 40% delle volte la società pubblica che ha distribuito il film vincitore è rimasta indietro rispetto all’S&P 500.

Scopri

L’inversione della curva dei rendimenti preferita dalla Fed: il segnale di recessione dello spread tra i rendimenti a 10 anni e i 3 mesi

Un classico segnale di rischio recessione è stato lanciato dalla curva dei rendimenti preferita dalla Fed, ovvero il segmento tra le obbligazioni a 10 anni e i T-bills a 3 mesi. L’inversione di questo spread di rendimento è un evento raro che segnala agli investitori che è giunta l’ora di prepararsi alle conseguenze economiche della campagna di aumento dei tassi della Federal Reserve.

I rendimenti a 10 anni sono scesi fino a 0,08 punti percentuali al di sotto dei rendimenti a tre mesi negli scambi statunitensi mercoledì. In genere, le inversioni di questo segmento della curva dei rendimenti si verificano alla fine dei cicli di inasprimento poiché i T-bills a tre mesi tendono a seguire il tasso di riferimento della Fed mentre i rendimenti delle obbligazioni a lunga scadenza riflettono le aspettative di crescita economica e inflazione.

inversione curva rendimenti preferita Fed 10 anni 3 mesi segnale recessione

Lo spread tra i 10 anni e i 3 mesi è la parte della curva dei rendimenti preferita dalla Fed; per questo nel mercato obbligazionario c’è la sensazione che presto la banca centrale rallenterà il ritmo degli aumenti dei tassi.

Gli aumenti dei tassi della Fed e il loro effetto sull’economia

E’ previsto un altro aumento di tre quarti di punto percentuale dall’attuale intervallo del 3%-3,25% alla riunione del FOMC della prossima settimana, sulla base dei contratti swap che fanno riferimento alla data dell’evento. I trader sono indecisi tra un aumento di 50 o 75 punti base a dicembre.

Poiché la banca centrale statunitense cerca di utilizzare gli aumenti dei tassi per ridurre l’inflazione, il rischio è che l’attività economica risponda più rapidamente e che la Fed non abbasserà i tassi fino a quando non ci saranno progressi sull’inflazione, che è di per sé un indicatore in ritardo. Sarà difficile per la Fed non restringere eccessivamente.

Martedì i titoli del Tesoro a lungo termine hanno registrato un forte rialzo dopo che gli indicatori dei prezzi delle case e la fiducia dei consumatori sono diminuiti più del previsto. I tassi ipotecari fissi a 30 anni negli Stati Uniti hanno superato il 7% per la prima volta in due decenni. Il rallentamento del mercato immobiliare è un esempio di come gli aumenti dei tassi della Fed stiano attraversando l’economia.

I sondaggi di posizionamento di questa settimana hanno rivelato che gli investitori hanno aggiunto obbligazioni ai loro portafogli per beneficiare del calo dei rendimenti a lungo termine. L’indagine sul portafoglio SMRA ha rivelato un esposizione net long per la prima volta dal 2021, mentre l’indagine sui clienti di JPMorgan è stata la più rialzista degli ultimi due anni.

La curva dei rendimenti preferita dalla Fed

La curva dei rendimenti ha storicamente rispecchiato le prospettive per l’economia secondo il mercato, riflettendo in particolare le aspettative di inflazione e il tipo di politica che adotterà la banca centrale.

Quando gli investitori si aspettano una recessione a seguito di una politica più restrittiva, la curva dei rendimenti si inverte e lancia il segnale di recessione. L’azione (o le aspettative di azione) della Federal Reserve per aumentare il suo tasso di riferimento in risposta all’inflazione elevata generalmente incoraggia i tassi su vari strumenti a breve termine. Tende inoltre a rallentare la crescita, restringendo i tassi a più lungo termine. Il risultato è l’appiattimento della curva e addirittura l’inversione.

Lo spread tra i rendimenti a 10 anni e a 3 mesi si è invertito prima di ciascuna delle ultime sette recessioni statunitensi. La curva si è invertita fino a 0,28 punti percentuali a marzo 2020 ed è diventata profondamente negativa nel 2019, 2007 e 2000. Ciò ha coinciso in maniera abbastanza precisa con il termine dei cicli di inasprimento della Fed.

curva rendimenti preferita Fed inversione spread rendimenti 10 anni 3 mesi

Le aspettative di inflazione del mercato

I segnali di prezzo basati sul mercato dovrebbero ricevere maggiore attenzione in un momento in cui i dati non stanno ancora fornendo alla Fed gli indicatori giusti per rallentare il ritmo dell’inasprimento.

L’inflazione core continua a essere ben al di sopra dell’obiettivo e, anche se ci sono segnali di rallentamento dell’inflazione nei mesi a venire, la Fed ha bisogno di prove più evidenti. Allo stesso tempo, il mercato del lavoro non sta mostrando prove sufficienti di raffreddamento, con l’occupazione che rimane forte.

Alla fine di settembre, le aspettative di inflazione del mercato date dai tassi di pareggio erano scese a livelli coerenti con gli obiettivi della Fed. Tuttavia, i tassi di pareggio a due anni sono aumentati dello 0,93% questo mese, quelli a cinque anni dello 0,54% e quelli a 10 anni dello 0,43% e si trovano tutti a livelli superiori a quelli visti in qualsiasi momento dopo il 2010.

Il mercato obbligazionario prevede che l’indice dei prezzi al consumo aumenterà in media del 2,65% annuo nei prossimi cinque anni, al di sopra dell’obiettivo della Fed. Le aspettative del mercato si stanno muovendo nella direzione sbagliata.

ARTICOLI CORRELATI:

Come interpretare il segnale di recessione dell’inversione della curva dei rendimenti

La curva dei rendimenti più importante per prevedere le recessioni

Inversione della curva dei rendimenti: siamo vicini a una recessione?

Come la Fed influenza la curva dei rendimenti

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.