L’effetto delle Elezioni Anticipate di Macron sul Mercato Francese

L’annuncio delle elezioni anticipate da parte del presidente Emmanuel Macron ha generato una significativa incertezza nel settore finanziario francese. Dopo anni di sforzi per posizionare Parigi come centro finanziario europeo post-Brexit, le nuove elezioni potrebbero mettere a rischio i progressi fatti. Questo articolo esplorerà l’effetto

Scopri

Come Affrontare la Correlazione Positiva tra Azioni e Obbligazioni

Nel mondo degli investimenti, una delle sfide più significative degli ultimi trent’anni si sta manifestando proprio ora: la forte correlazione positiva tra azioni e obbligazioni. Tradizionalmente, la classica allocazione 60/40 (60% azioni e 40% obbligazioni) ha offerto una diversificazione e una protezione del rischio naturale.

Scopri

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 41

cosa fa muovere Wall Street Borsa Europea settimana 41
La tabella è da intendersi solo ed esclusivamente a scopo informativo e didattico. Nessuna informazione o dato in essa contenuti vuole essere un consiglio finanziario per il lettore, che declina l’autore da qualsiasi responsabilità.

I mercati hanno dovuto digerire diverse notizie, dal conflitto Israele-Hamas ai dati sull’inflazione al di sopra delle aspettative. I segnali che Israele si sta preparando per un’invasione di terra di Gaza hanno spinto i trader a cercare sicurezza. L’oro è salito di oltre il 5% dopo gli attacchi contro Israele, riportandosi sopra i 1900 $. Anche le obbligazioni sono state richieste.

Un’escalation del conflitto in Medio Oriente potrebbe portare Israele ad uno scontro diretto con l’Iran, il principale sostenitore di Hamas. Il petrolio è salito sopra gli 87 dollari al barile per paura che i combattimenti possano limitare l’offerta globale. La maggior parte del rimbalzo successivo all’attacco di Hamas contro Israele era stato recuperato nei giorni successivi. Ma il ministro degli Esteri iraniano ha avvertito che i militanti sostenuti da Teheran potrebbero aprire un nuovo fronte nella guerra se il blocco di Gaza dovesse continuare.

I trader hanno inoltre analizzato gli ultimi dati economici e i commenti dei funzionari della Fed alla ricerca di indizi sulle prospettive politiche. Alcuni funzionari pensano che l’aumento dei rendimenti dei titoli del Tesoro stia inasprendo le condizioni finanziarie al punto da non rendere più necessario alcun aumento dei tassi da parte della Fed. Ciò ha contribuito ad arrestare un balzo di cinque settimane nei rendimenti del decennale.

condizioni finanziarie ristrette USA

Anche se il conflitto in Medio Oriente si è intensificato, l’S&P 500 ha registrato il secondo rialzo settimanale consecutivo. Il Nasdaq ha chiuso perfettamente invariato mentre il Dow Jones ha registrato guadagni modesti.

Il dollaro ha chiuso leggermente in rialzo, prendendo slancio dopo l’uscita del CPI. Le criptovalute sono crollate, con Bitcoin che ha trovato supporto attorno ai 26.500 $.

Inflazione USA supera le aspettative

A settembre l’inflazione negli Stati Uniti ha superato le stime. Le aspettative erano per una continua riduzione degli aumenti dei prezzi al consumo. Il core CPI è aumentato dello 0,3% rispetto al mese precedente e del 4,1% su base annuale. L’indice dei prezzi al consumo complessivo è aumentato dello 0,4% su base mensile e del 3,7% rispetto all’anno scorso.

inflazione USA settembre

Oltre la metà dell’aumento di settembre è stato guidato dai costi delle abitazioni. Escludendo l’edilizia abitativa e l’energia, i prezzi dei servizi sono aumentati dello 0,6% da agosto, il massimo in un anno. A differenza dei servizi, i prezzi dei beni hanno continuato a scendere.

Nel complesso si è trattato di un rapporto sull’inflazione moderatamente deludente ma che non cambia ancora i calcoli della Fed, che probabilmente manterrà invariati i tassi di interesse alla riunione del 1°novembre.

Fed minutes

I politici della Federal Reserve il mese scorso hanno convenuto che la politica dovrebbe rimanere restrittiva per un certo periodo, pur sottolineando che i rischi di un inasprimento eccessivo ora devono essere bilanciati con i rischi di un inasprimento insufficiente. Tutti i funzionari erano d’accordo sul fatto che la Fed dovrà “procedere con cautela” e che le decisioni politiche dipenderanno dai dati e terranno conto “dell’equilibrio dei rischi“.

I verbali hanno sottolineato che la maggioranza dei funzionari della Fed ritiene che un ulteriore aumento dei tassi sia appropriato per portare l’inflazione al loro obiettivo del 2% mentre alcuni pensano che non siano necessari ulteriori aumenti.

I verbali rilevano che l’economia si sta espandendo a un ritmo sostenuto, il mercato del lavoro sta raggiungendo un migliore equilibrio e l’inflazione, sebbene si sia raffreddata, è ancora al di sopra del target.

La Cina interviene per sostenere il mercato azionario

La Cina ha intensificato il suo intervento nel mercato azionario, con il fondo sovrano Central Huijin Investment che ha aumentato la sua partecipazione nelle maggiori banche del paese per la prima volta dal 2015.

La mossa non è riuscita a ripristinare la fiducia. Il CSI 300 ha toccato il minimo di 11 mesi, dopo essere sceso del 37% rispetto al massimo del 2021. Un numero crescente di economisti e hedge fund cinesi hanno chiesto al governo di intervenire direttamente con un fondo di stabilizzazione per acquistare azioni, una mossa dalla quale le autorità si sono astenute dal crollo del mercato del 2015.

Sembra che la Cina stia davvero valutando la possibilità di costituire un fondo statale per sostenere il suo mercato azionario. Le autorità di regolamentazione finanziaria hanno richiesto che il fondo abbia accesso a centinaia di miliardi di yuan.

I recenti sforzi delle autorità cinesi non sono riusciti a sostenere le azioni. Negli ultimi mesi, i funzionari cinesi hanno rallentato il ritmo delle offerte pubbliche iniziali, frenato le vendite da parte di alcuni importanti azionisti, tagliato l’imposta di bollo sulle transazioni azionarie e allentato le regole sul trading a margine. Ma i fondi globali continuano ad essere venditori netti di azioni cinesi, avendo poca fiducia sulle prospettive di crescita della nazione.

ARTICOLI CORRELATI:

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 40

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 38

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 37

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 36

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.