Gemini di Google sembra essere ancora indietro rispetto a OpenAI

Mercoledì Google di Alphabet ha annunciato Gemini, un nuovo modello di intelligenza artificiale che cerca di competere con ChatGPT e che dovrebbe essere rilasciato all’inizio di gennaio. L’anno scorso il gigante della ricerca è stato colto in contropiede da OpenAI. Da allora, ha cercato di

Scopri

Summit UE-Cina: Xi Jinping incontra von der Leyen

Questa settimana c’è stato il primo summit UE-Cina in quattro anni. Il presidente cinese Xi Jinping ha dichiarato ai leader dell’Unione europea che vuole che le due parti siano partner commerciali chiave nella cooperazione industriale e nella catena di fornitura per perseguire vantaggi reciproci e

Scopri

Bull Run di Bitcoin: dovresti comprare sopra i 40.000 dollari?

Bitcoin è aumentato di oltre il 160% quest’anno. Martedì il token ha superato i 43.000 dollari, aggiungendo circa il 16%. L’ottimismo per ulteriori guadagni è alto. Stiamo assistendo a una bull run di Bitcoin oppure il prezzo del token è destinato a fermarsi? La performance

Scopri

Il CPI di settembre batte le aspettative mantenendo la Fed sul suo percorso aggressivo di aumento dei tassi

L’inflazione degli Stati Uniti sta diventando sempre più profonda, mantenendo la Fed sul suo percorso aggressivo. Le speranze che la banca centrale più importante del mondo riduca i rialzi dei tassi di interesse sono state distrutte con la lettura del CPI di settembre. Il core CPI è balzato al massimo degli ultimi 40 anni al 6,6%, superando le previsioni e innescando un calo delle obbligazioni statunitensi.

Il rapporto sull’inflazione di giovedì ha mostrato quanto siano ampie le pressioni sui prezzi, con grandi aumenti dei costi di cibo, alloggi e servizi medici. Ciò rappresenta un problema per un’economia statunitense che sta già rallentando. I prezzi in aumento stanno intaccando gli stipendi mentre i costi dei prestiti più elevati schiacciano il mercato immobiliare.

La lettura headline del CPI di settembre è stata dell’8,2%, rimanendo quindi al di sopra dell’8% per il settimo mese consecutivo. L’aumento dei costi del cibo e degli affitti hanno compensato il calo dei prezzi della benzina.

CPI settembre core CPI massimo 40 anni

Un altro mese di aumento dei prezzi è l’ultima cosa che il presidente Joe Biden voleva vedere a meno di quattro settimane dalle elezioni di medio termine. Il presidente ha sperato che il picco dei prezzi svanisse presto, anche se ha avvertito gli americani che potrebbero affrontare un “lieve recessione”.

Il rapido rialzo dei tassi della Fed ha già portato il suo benchmark al 3,25% e il dollaro al massimo in due decenni, costringendo altre banche centrali a tenere il passo. Per ammissione della Fed stessa, il rischio di fare troppo poco per stabilizzare l’inflazione supera il costo di fare troppo. Con letture di inflazione ancora molto forti, la Fed è chiaramente propensa a rischiare di esagerare danneggiando l’economia.

L’inflazione dei costi alimentari

I prezzi dei generi alimentari hanno continuato a salire a settembre e sono stati uno dei numerosi contributori all’aumento del CPI di settembre. I costi del cibo sono aumentati del 13% rispetto a un anno fa, con prodotti come farina, biscotti, tacchino, frutta e verdura che hanno tutti registrato aumenti record.

inflazione prezzi cibo CPI settembre

Nel frattempo, l’indice del cibo nelle scuole e nei siti dei dipendenti è balzato del 45% rispetto al mese precedente e del 91% su base annua. Sebbene rappresenti una quota molto piccola dell’indice generale dei prezzi al consumo, l’aumento dei costi pesa sugli americani. L’impennata è il risultato della scadenza di un programma dell’era della pandemia che forniva pasti gratuiti a tutti gli studenti delle scuole pubbliche.

Gli affitti accelerano al ritmo più veloce dal 1990

I costi delle abitazioni sono aumentati eccessivamente il mese scorso e rischiano di avere un effetto duraturo sull’aumento dell’inflazione statunitense. L’affitto dello shelter e l’owner equivalent rent sono aumentati ciascuno dello 0,8% a settembre rispetto al mese precedente, il massimo dal 1990. Entrambe le misure hanno registrato anticipi record del 6,7% su base annua.

inflazione affitti USA CPI settembre

Ciò ha contribuito al più grande aumento anno su anno dal 1982 dei costi complessivi degli alloggi, che includono anche soggiorni in hotel e assicurazioni per inquilini e famiglie.

L’edilizia abitativa rappresenta circa un terzo del paniere complessivo dei prezzi al consumo e una quota ancora maggiore del core CPI.

Le variazioni dei costi degli alloggi richiedono tempo per filtrare attraverso i dati dell’inflazione, poiché l’attuale accelerazione riflette in parte l’aumento degli affitti e dei prezzi delle case registrato negli ultimi due anni. Quindi, mentre alcune misure attuali degli affitti stanno mostrando una crescita più lenta, ci vorrà del tempo prima che ciò si manifesti nelle letture del CPI.

Anche escludendo l’affitto dell’alloggio, il costo dei servizi è aumentato a un ritmo annuo record, sottolineando l’ampiezza e la profondità delle pressioni complessive sui prezzi nell’economia.

Cosa si aspetta il mercato dalla Fed?

Dopo che il CPI di settembre ha superato le aspettative, il mercato ha iniziato a scontare due aumenti consecutivi dei tassi di 75 punti base nei prossimi due incontri della banca centrale.

Il tasso sul contratto overnight index swap (OIS) di novembre è salito al 3,86%, oltre 75 punti base al di sopra dell’attuale tasso effettivo sui fed funds, mentre quello di dicembre è salito al 4,50%. Un totale di 142 punti base di aumenti dei tassi sono ora prezzati per le prossime due riunioni del FOMC.

Prima dei dati sull’inflazione, i mercati erano orientati verso una mossa di 50 punti base a dicembre. Alla chiusura di mercoledì, gli swap prezzavano circa 130 punti base di rialzi per il resto dell’anno.

Il mercato ha anche scontato un massimo più alto per il tasso ufficiale, con il contratto di marzo 2023 che ha toccato il 4,864%.

aspettative tassi Fed dopo CPI settembre

La reazione dei mercati

Le azioni statunitensi hanno reagito prepotentemente alle perdite provocate dalla lettura dell’inflazione. L’S&P 500 ha chiuso in rialzo del 2,6% dopo aver oscillato di oltre il 5% durante una giornata di negoziazione turbolenta. Il benchmark ha recuperato oltre il 40% delle perdite del sell off di sei giorni che lo ha portato al minimo in due anni.

Un’ondata di opzioni put acquistate per proteggersi dal calo delle azioni si è spostata in the money e, una volta che i profitti sono stati raccolti, i dealer di opzioni sono stati costretti ad acquistare azioni per mantenere un’esposizione neutrale.

La curva dei rendimenti si è appiattita, con il rendimento dei titoli a due anni in rialzo di 18 punti base al 4,47%. Il rendimento dei Treasury a 30 anni ha brevemente superato il 4% per la prima volta dal 2011. Questo è l’ultimo benchmark del Tesoro a superare questa soglia psicologica dopo che l’intera curva ha iniziato il 2022 sotto il 2%.

rendimento Treasury 30 anni 4%

Allo stesso tempo, i mercati del Regno Unito sono rimasti in agitazione. La sterlina è risalita sopra $ 1,13, sostenuta dalle notizie secondo cui i funzionari governativi stanno lavorando a un’inversione del piano fiscale. Anche i gilt sono aumentati, con il rendimento del debito a 30 anni che è sceso di ben 46 punti base.

Lo yen è sceso al livello più basso in più di 30 anni prima di invertire la mossa secondo le speculazioni su un potenziale intervento del Giappone.

Il petrolio è tornato sopra gli 89 dollari al barile dopo che un rapporto sul greggio statunitense ha segnalato potenziali fattori rialzisti. Il dollaro è sceso dello 0,7%.

ARTICOLI CORRELATI:

Inflazione USA ad agosto supera le aspettative

A che punto si trova Powell nella sua lotta contro l’inflazione?

La strada per il ritorno dell’inflazione al 2% non è spianata

Il picco dell’inflazione? Il CPI di luglio è inferiore alle aspettative

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.