La BCE ha aumentato i tassi di 75 punti base

La BCE ha aumentato i tassi d’interesse di 75 punti base e la Lagarde ha lasciato intendere che potrebbe farlo ancora. L’attacco dei funzionari contro l’inflazione dilagante si sta facendo più forte. L’aumento storico di questo mese fa parte di diverse mosse future che la Banca centrale europea dovrà intraprendere per recuperare terreno nella sua lotta contro l’aumento dei prezzi.

La decisione di ieri, presa nonostante le prospettive di crescita più deboli e le pressioni inflazionistiche guidate principalmente da fattori dell’offerta, è stata in linea con le aspettative degli analisti e ha portato il tasso di deposito dallo 0% allo 0,75%.

Dopo che la BCE ha aumentato i tassi di 75 punti base, la Lagarde ha promesso “diverse” mosse future. Questo significa più di due mosse, inclusa questa. Probabilmente gli aumenti saranno meno di cinque, secondo la presidente.

Proprio come la Fed, la Banca centrale europea terrà un approccio “riunione per riunione”. Se i dati suggeriranno la necessità di un ulteriore aumento dei tassi sovradimensionato, la BCE sarà pronta ad agire.

Gli investitori del mercato monetario hanno aumentato le scommesse su un ulteriore inasprimento della BCE. Gli operatori stanno valutando 60 punti base di aumento per la riunione di ottobre, portando le probabilità di un altro aumento di 75 punti base al 40%.

Le proiezioni della BCE

La BCE ha alzato le sue prospettive per i prezzi al consumo quest’anno e il prossimo, riducendo al contempo le sue previsioni di crescita economica nel 2023. La proiezione dello 0,9% per la crescita del prossimo anno è più ottimista della mediana dello 0,7% delle previsioni raccolte da Bloomberg.

La BCE ha aumentato i tassi di 75 punti base

La possibilità di un altro aumento di 75 punti base

La Banca centrale europea è stata accusata di aver reagito troppo in ritardo per rispondere alle pressioni inflazionistiche. E’ chiaro quindi che i funzionari politici siano sotto pressione e debbano ad ogni costo mantenere la loro credibilità.

Un ulteriore aumento dei tassi d’interesse di 75 punti base alla riunione di ottobre è possibile, soprattutto se le prospettive di inflazione dovessero giustificare un passo di quell’entità. Un secondo grande aumento corrisponderebbe alla recente mossa della Federal Reserve.

L’appetito per una ripetizione dell’inasprimento senza precedenti di giovedì è condiviso da falchi e colombe del Consiglio direttivo. La riduzione di quasi 5 trilioni di euro di obbligazioni acquistate durante la crisi pandemica dovrebbe essere discussa durante la riunione non politica dei funzionari a Cipro il 5 ottobre.

Il compito della BCE è forse più difficile di quello della Fed

Come già detto, le pressioni inflazionistiche dell’Eurozona sono guidate principalmente da fattori dell’offerta. È improbabile che l’aumento degli oneri finanziari attutisca l’impennata dei prezzi dell’energia.

La situazione sui mercati energetici europei è peggiorata dopo che la Russia ha interrotto le forniture di gas naturale attraverso il gasdotto Nord Stream. La BCE deve comunque agire per tenere a bada le aspettative di inflazione.

inflazione in Eurozona

La BCE quindi ha la necessità di procedere con gli aumenti dei tassi mentre l’Euro Area è sempre più a rischio recessione. Poiché la crisi del costo della vita indebolisce la domanda, gli analisti prevedono una recessione entro la fine dell’anno.

Le prospettive per la Germania, l’economia più grande del blocco, sono cupe a causa della sua smisurata dipendenza dall’energia russa. Sebbene sia riuscita a riempire le strutture di stoccaggio del gas più rapidamente del previsto, il razionamento durante l’inverno sembra molto probabile.

L’euro si stabilizza

L’euro è scivolato rispetto al dollaro mentre la Lagarde parlava in concomitanza con il capo della Federal Reserve Jerome Powell, il quale ha dichiarato che la banca centrale statunitense non si tirerà indietro nei suoi sforzi per frenare l’inflazione finché il suo lavoro non sarà terminato. In seguito, l’euro si è stabilizzato e oggi si è riportato in prossimità della parità con il dollaro puntando alla media a 50 periodi.

La BCE ha aumentato i tassi di 75 punti base: la reazione dell'euro

Tassi più alti possono offrire un certo sostegno all’euro, la cui discesa ha reso più costose le importazioni, in particolare quelle di materie prime. A luglio, i funzionari della BCE hanno notato che il deprezzamento dell’euro costituiva un cambiamento importante e implicava maggiori pressioni inflazionistiche.

La Lagarde ha ribadito che la BCE non punta a un tasso di cambio specifico, ma ha affermato che rimane molto attenta alla situazione intorno alla valuta.

Le obbligazioni europee scendono

Le obbligazioni europee sono scivolate dopo che la Banca centrale europea ha dichiarato che avrebbe rimosso il limite dello 0% all’interesse che i depositi del governo possono guadagnare.

La mossa ha ridotto l’incentivo a trasferire miliardi di euro di denaro pubblico dal cash al debito a breve termine, provocando un’ondata di vendite che ha portato il rendimento delle obbligazioni tedesche a due anni a salire di 23 punti base all’1,33%, il secondo balzo più grande dal 2011.

Il passo fa parte della missione della BCE di garantire che le sue mosse di politica monetaria si trasmettano all’economia reale, a seguito dei segnali che gli alti livelli di liquidità stavano deprimendo i tassi del mercato monetario.

La modifica impedirà il deflusso di depositi nel mercato, in un momento in cui alcuni segmenti dei mercati dei pronti contro termine dell’Euro Area stanno mostrando segni di scarsità di garanzie, e consentirà una valutazione approfondita di come i mercati monetari si stanno adeguando ai tassi di interesse positivi.

La misura non cambia lo squilibrio strutturale domanda-offerta dei bund. Le obbligazioni tedesche sono notoriamente scarse, con una quota disponibile per il mercato generale inferiore al 20%, sulla base di calcoli fino a maggio 2022. Ciò ha contribuito a una dinamica di scarsità di garanzie nel mercato, rendendo costoso per i trader acquistare titoli specifici nei mercati pronti contro termine.

ARTICOLI CORRELATI:

Riunione BCE di Settembre: cosa aspettarsi?

La BCE ha aumentato i tassi di 50 punti base a sorpresa

Aumento dei tassi della BCE in arrivo

Riunione della BCE: termine degli acquisti e nuove proiezioni

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

Cookie Policy