Investire nel Mercato del Rame 2024: Tra Realtà e Speculazione

Investire nel mercato del rame sta emergendo come una delle opportunità più interessanti nel 2024. Con un incremento significativo dei prezzi, questo metallo sta attirando l’attenzione di investitori e analisti in tutto il mondo. Questo articolo esplorerà le dinamiche attuali del mercato del rame, mettendo

Scopri

Come Gestire il Rischio Integrando l’IA in un Portafoglio Azionario

La rivoluzione tecnologica porta opportunità e volatilità. Tuttavia, esistono modi per catturare l’innovazione dell’intelligenza artificiale (IA) gestendo contemporaneamente il rischio. Gestire il rischio di un portafoglio che integra l’IA è fondamentale per garantire una crescita sostenibile e proteggere gli investimenti. Le aziende al centro della

Scopri

Chi sono i bond vigilantes e perché potrebbero essere tornati?

I bond vigilantes sono trader di obbligazioni che minacciano di vendere, o vendono effettivamente, una grande quantità di obbligazioni in risposta alle politiche dell’emittente. Il termine è stato coniato dall’investitore Ed Yardeni nel 1983, quando i trader di obbligazioni vendevano titoli del Tesoro in risposta alla crescente influenza delle politiche della Federal Reserve.

Dalla metà degli anni 2000, i bond vigilantes sono stati ostacolati dagli sforzi delle banche centrali di mantenere i tassi di interesse molto bassi, soprattutto dopo la crisi finanziaria globale. L’uso di misure come il quantitative easing (QE) ha reso difficile che il semplice atto di vendere obbligazioni avesse un’influenza significativa sui rendimenti obbligazionari.

A partire dalla metà del 2022, quando le banche centrali hanno iniziato a rispondere all’aumento dell’inflazione, i bond vigilantes potrebbero aver fatto il loro ritorno. Secondo Yardeni, i bond vigilantes sono responsabili del recente aumento dei rendimenti obbligazionari statunitensi. Nello specifico, lo stratega degli investimenti ritiene che le preoccupazioni per il deficit degli Stati Uniti e l’aumento dell’offerta di titoli del Tesoro siano ciò che li ha risvegliati dal loro sonno durato decenni.

Perché i bond vigilantes vendono obbligazioni?

I rendimenti delle obbligazioni rappresentano il tasso di interesse al quale gli emittenti possono prendere in prestito dagli investitori. I rendimenti hanno una correlazione negativa con i prezzi delle obbligazioni: quando il prezzo delle obbligazioni scende, i rendimenti salgono di conseguenza.

Un venditore aggressivo tra gli obbligazionisti può aumentare i costi del prestito per emissioni future. Questo perché vendere le proprie obbligazioni a prezzi sempre più bassi aumenta di fatto i tassi di interesse che un emittente deve pagare per le obbligazioni successive, creando potenziali disagi all’emittente. Un venditore di questo tipo spera in genere di punire l’emittente per aver perseguito determinate azioni o politiche.

Ad esempio, durante il periodo di inflazione elevata dei primi anni ’80, la Fed inizialmente è rimasta piuttosto accomodante e ha lasciato i tassi invariati. Ad un certo punto, i bond vigilantes sono emersi per protestare contro questa politica, ritenendo che i tassi dovessero essere molto più alti per frenare le pressioni inflazionistiche. La vendita in massa di titoli di Stato alla fine ha fatto aumentare i tassi di mercato e la Fed ha in seguito adottato un atteggiamento più aggressivo.

Alcuni episodi passati

Durante l’inflazione degli anni ’80, i bond vigilantes hanno giocato d’anticipo spingendo i rendimenti al rialzo prima che la Fed iniziasse ad aumentare i tassi di interesse.

All’inizio degli anni ’90, i trader obbligazionari si sono sentiti frustrati dalla massiccia spesa pubblica avvenuta sotto l’amministrazione Clinton, che fece salire i rendimenti dei titoli del Tesoro a 10 anni da circa il 5% all’8% in un anno. Una volta cambiata la politica per ridurre il deficit, i rendimenti sono nuovamente scesi.

In seguito alla crisi finanziaria del 2008, i paesi PIIGS – Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna – si sono trovati in una crisi del debito. Riconoscendo l’ammontare dei loro obblighi, i rendimenti del debito sovrano in questi paesi sono esplosi. Alcuni incolpano i bond vigilantes per aver reso più difficile la ripresa di questi paesi perché hanno spinto i rendimenti così in alto da rendere costoso il prestito.

I bond vigilantes potrebbero essere tornati

L’anticipazione di un’impennata della spesa pubblica in deficit ha innervosito gli investitori obbligazionari. Le preoccupazioni fiscali sono aumentate da quest’estate, quando il Tesoro ha annunciato l’intenzione di aumentare l’emissione di debito. Secondo le stime del Gruppo Apollo, le dimensioni complessive delle aste del Tesoro aumenteranno in media del 23% su tutte le scadenze nel 2024. Allo stesso tempo, la Fed sta procedendo con il quantitative tightening, riducendo il suo portafoglio di obbligazioni.

Ad agosto Fitch ha tagliato il rating degli Stati Uniti. L’agenzia ha previsto che il deficit salirà al 6,3% del prodotto interno lordo quest’anno dal 3,7% nel 2022, a causa dei maggiori costi del servizio del debito, di nuove iniziative di spesa e di entrate federali più deboli.

Sebbene le proiezioni aggressive della Federal Reserve sui tassi di interesse siano state un catalizzatore chiave che ha spinto al rialzo i rendimenti e ha pesato sui prezzi, gli operatori di mercato attribuiscono parte della svendita del debito a più lunga scadenza agli investitori diffidenti nei confronti dell’aumento del deficit. I rendimenti dei titoli del Tesoro statunitensi a 10 e 30 anni hanno raggiunto il livello più alto dal 2007 in un’ampia svendita obbligazionaria globale.

Non tutti gli investitori credono che i vigilantes saranno in grado di spingere oltre rendimenti dei Treasuries. Secondo il famoso investitore obbligazionario Bill Gross, i bond vigilantes avranno un effetto attenuato, dato il ruolo più ampio della Fed nei mercati.

ARTICOLI CORRELATI:

6 ragioni per cui i rendimenti delle obbligazioni stanno aumentando

Fino a quando rimarranno alti i tassi di interesse?

I rendimenti delle obbligazioni italiane aumentano sottolineando le sfide del governo Meloni

L’impatto dei tassi d’interesse più alti su economia e finanza

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.