I “Magnifici Sette” del Mercato Azionario: le Lezioni del Passato

Nel contesto degli investimenti, ci sono gruppi selezionati di aziende, con prospettive apparentemente garantite, che ciclicamente attirano l’attenzione del mercato. Storicamente, abbiamo visto come queste “mode” di investimento abbiano suscitato grandi aspettative, seguite spesso da risultati meno brillanti di quelli previsti. Un esempio famoso è

Scopri

Guida agli Investimenti in ETF per Investitori Italiani

Un Exchange Traded Fund (ETF) è un fondo d’investimento negoziato in borsa che replica l’andamento di un indice di riferimento, come l’S&P 500 o il FTSE MIB. A differenza dei fondi comuni di investimento tradizionali, gli ETF possono essere comprati e venduti come le azioni

Scopri

Il Giappone interverrà di nuovo nel mercato del forex per fermare il crollo dello yen?

Il crollo dello yen al minimo di sette mesi rispetto al dollaro e al minimo di 15 anni rispetto all’euro ha riacceso l’interesse per le osservazioni dei politici giapponesi riguardo al mercato dei cambi. C’è chi pensa che il Giappone potrebbe prendere in considerazione l’idea di un nuovo intervento nel mercato del forex per fermare il crollo dello yen.

Lo scorso anno il Giappone è entrato nel mercato dei cambi per la prima volta dal 1998, spendendo circa 62 miliardi di dollari per sostenere lo yen. Le autorità sono intervenute quando lo yen si stava rapidamente dirigendo verso i 146 per dollaro dopo la riunione della Bank of Japan del 22 settembre. Hanno seguito ulteriori acquisti di yen il 21 ottobre, quando la valuta si stava avvicinando a 152. Finora quest’anno, i commenti degli alti funzionari giapponesi non hanno ancora accennato a un’azione imminente.

Alla fine di maggio, i funzionari governativi della Bank of Japan, del Ministero delle Finanze e dell’Agenzia per i servizi finanziari si sono riuniti per discutere argomenti tra cui la valuta. Un incontro non programmato è spesso visto come una manifestazione iniziale di accresciuta preoccupazione.

Da allora il ministro delle finanze giapponese Shunichi Suzuki e il funzionario capo della valuta Masato Kanda hanno affermato che la valuta dovrebbe riflettere i fondamentali economici e hanno avvertito che prenderanno le misure appropriate, se necessario. Questi commenti suonano un allarme ma non segnalano una mossa imminente.

Date le politiche ancora divergenti della Bank of Japan e della Federal Reserve, lo yen potrebbe indebolirsi ulteriormente, lasciando gli investitori a rischio di azioni da parte delle autorità giapponesi. Le decisioni della BOJ della scorsa settimana hanno continuato ad indebolire lo yen, mentre il presidente della Fed Jerome Powell ha nuovamente segnalato la probabilità di altri due rialzi dei tassi quest’anno.

La Bank of Japan va controcorrente

La scorsa settimana la Bank of Japan ha continuato a sfidare le tendenze delle banche centrali globali mantenendo lo stimolo mentre attende segnali di un’inflazione più sostenibile. Ueda e i suoi colleghi hanno lasciato invariati i tassi negativi e il programma di controllo della curva dei rendimenti.

La decisione sottolinea lo status anomalo della BOJ tra le banche centrali globali, tra cui la Federal Reserve e la Banca centrale europea. Mentre la Fed ha saltato un rialzo dei tassi la scorsa settimana, la BCE ha alzato nuovamente il suo tasso principale ed entrambi hanno accennato alla probabilità di ulteriori rialzi in arrivo mentre continuano a combattere contro l’inflazione. Al contrario, Ueda rimane fedele alla sua opinione secondo cui il costo di un inasprimento prematuro della politica potrebbe danneggiare la nascente tendenza all’inflazione del Giappone dopo anni di lavoro per far aumentare i prezzi.

inflazione giappone 4%

Mentre il consenso è che l’allentamento monetario è qui per durare ancora per un po’, la speculazione rimbomba sul fatto che la BOJ potrebbe scegliere di modificare il suo programma di controllo dei rendimenti alla prossima riunione. Alla domanda riguardo le speculazioni sugli aggiustamenti politici a luglio, Ueda ha evitato di sbattere la porta a questa possibilità.

Come decodificare il linguaggio delle autorità giapponesi

Ecco una guida su come decodificare il linguaggio utilizzato dai decisori politici del Giappone prima di un nuovo intervento per fermare il crollo dello yen.

Quando la volatilità persiste è possibile sentire commenti come:

  • “La stabilità nel mercato dei cambi è importante.”
  • “È auspicabile che i tassi di cambio riflettano i fondamentali economici del Giappone”.
  • “Continuiamo a monitorare l’impatto del mercato dei cambi sull’economia”.

Quando il monitoraggio aumenta:

  • “Stiamo osservando/monitorando gli sviluppi nei mercati valutari”.
  • “Stiamo osservando attentamente gli sviluppi nei mercati valutari”.
  • “Stiamo osservando i tassi di cambio da vicino/con grande interesse.”

Quando la preoccupazione sale:

  • “I movimenti improvvisi/bruschi/rapidi dei tassi di cambio sono indesiderabili.”
  • “I mercati valutari che non riflettono i fondamentali economici sono indesiderabili”.
  • “Monitoreremo i mercati con vigilanza”.
  • “I movimenti eccessivi dei tassi di cambio hanno effetti negativi/dannosi sull’economia”.

Quando la preoccupazione diventa disagio:

  • “I tassi di cambio non riflettono i fondamentali economici”.
  • “Lo yen si sta indebolendo rapidamente”.
  • “I cali dello yen sono stati eccessivi/unilaterali.”

Quando è il momento di un avvertimento:

  • “Non possiamo tollerare mosse speculative”.
  • “Se necessario, prenderemo le misure appropriate”.

Quando l’intervento diventa una possibilità:

  • “Non escluderemo alcuna opzione/mezzo per combattere i movimenti eccessivi”.
  • “Siamo pronti a intraprendere azioni decisive/audaci per contrastare mosse eccessive/speculative”.
  • “Siamo pronti ad agire in qualsiasi momento.”
  • “Va bene considerarci in attesa.”
  • “Potremmo condurre un intervento furtivo.”

Lo scorso settembre, il governo è entrato nei mercati due settimane dopo che il funzionario capo della valuta Kanda aveva dichiarato che non avrebbe escluso alcuna opzione. La BOJ, operando per conto del Ministero delle Finanze, ha condotto un controllo sui prezzi delle valute, un altro avvertimento di alto livello per i trader, una settimana prima di agire.

A ottobre, Kanda si è detto pronto a intraprendere un’azione coraggiosa una settimana prima di intervenire. In entrambe le occasioni la valuta si era mossa di oltre due yen rispetto al dollaro in meno di un giorno.

ARTICOLI CORRELATI:

Lo yen verso i 150 per dollaro: aumenta la speculazione di un intervento “furtivo” del Giappone

L’intervento del Giappone per difendere lo yen

Il calo dello yen: gli interventi verbali non bastano più

Crollo dello yen: come avviene l’intervento del Giappone?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.