Non contare su un cambio di politica della Fed

Dalla riunione della Fed di luglio, il mercato ha scommesso su un cambio di politica della Fed. Il mercato azionario ha accelerato il rally iniziato a giugno. Ciò sta spingendo molti investitori, soprattutto quelli al dettaglio, ad acquistare alla cieca seguendo la narrativa del “Fed pivot”.

La paura e il pessimismo che hanno accompagnato la discesa degli indici azionari in un mercato ribassista si sono trasformati in frenesia e FOMO (Fear of Missing Out). Il picco dell’inflazione non ha fatto altro che amplificare la narrativa.

Quello che gli investitori stanno sottovalutando è che l’inflazione ha l’assoluta priorità per la Fed. Mentre la lettura mensile del CPI è uscita allo 0%, al di sotto delle stime per la prima volta in oltre un anno, l’inflazione rimane ancora ad un livello seriamente elevato.

inflazione USA agosto 2022

Un mercato azionario al rialzo agisce contro l’obiettivo della Fed tramite l’allentamento delle condizioni finanziarie. Un dollaro più debole, derivante dalla diminuzione delle aspettative del mercato sugli aumenti dei tassi d’interesse, agisce nella stessa maniera.

Oggi la Fed non ha la stessa mentalità degli ultimi due decenni. La vecchia Fed avrebbe smesso di aumentare i tassi alla seconda stampa negativa consecutiva del PIL. L’attuale Fed deve continuare ad aumentare i tassi e ridurre il proprio bilancio tramite il quantitative tightening ed è determinata a raggiungere il suo obiettivo d’inflazione al 2%.

Il cambio delle aspettative

A giugno, i future dei fed funds implicavano un aumento dei tassi al 3,20% entro gennaio 2023 e al 3,65% entro luglio 2023. Ora il mercato sconta un tasso al 3,59% a gennaio e al 3,52% a luglio, scontando quindi una riduzione dei tassi d’interesse tra gennaio e luglio del prossimo anno.

Confrontando le aspettative implicite del mercato con le aspettative della Fed derivanti dal suo dot plot si evince che gli investitori stanno sottovalutando la determinazione della Fed ad aumentare i tassi di interesse per combattere l’inflazione più alta degli ultimi 40 anni. Nuovi informazioni riguardo al percorso della banca centrale arriveranno con il dot plot della riunione di settembre.

tassi Fed aspettative mercato

E’ chiaro che il cambio di politica della Fed dipenderà dalla traiettoria dell’inflazione. Con la lettura headline del CPI allo 0% m/m a luglio, il possibile percorso dell’inflazione potrebbe portare a un tasso d’inflazione del 6,3% YoY entro dicembre di quest’anno, non esattamente un livello al quale la Fed può permettersi di invertire rotta.

cambio politica Fed

Cosa potrebbe portare al cambio di politica della Fed?

Ciò che potrebbe portare veramente la Fed a riconsiderare il suo percorso di inasprimento monetario sono le condizioni del mercato del lavoro e l’instabilità finanziaria.

Il tasso di disoccupazione si trova a un livello storicamente basso (3,5%), ben al di sotto della media del 6,2% degli ultimi 50 anni. Nonostante ci siano alcuni segnali di debolezza, il mercato del lavoro rimane teso.

Le offerte di lavoro del rapporto JOLTS sono scese da 11,85 milioni di marzo a 10,70 di giugno ma sono rimaste ben al di sopra della loro media storica. Anche le stampe delle buste paga e degli aumenti salariali continuano a mantenere la Fed sul suo percorso.

Per le sue decisioni di politica monetaria la Fed si basa su dati in ritardo come l’inflazione e l’occupazione Dal momento che ci vogliono 6-9 mesi perché gli aumenti dei tassi d’interesse abbiano i loro effetti sul sistema economico/finanziario, quando questi dati lagging iniziano a riflettere un errore politico è generalmente troppo tardi.

Storicamente, il tasso di disoccupazione tende a raggiungere il minimo prima delle recessioni. Tuttavia, si inverte bruscamente quando le recessioni si sviluppano.

tasso disoccupazione cambio politica Fed

Per valutare la stabilità finanziaria la Fed osserva il differenziale di rendimento tra le obbligazioni societarie e i Treasury. In particolare, i funzionari politici prestano attenzione agli spread dei junk bond in quanto sono i primi a mostrare segni di instabilità. Come possiamo notare nel grafico seguente, i credit spreads si trovano ancora a livelli relativamente bassi.

spread creditizi obbligazioni spazzatura USA

Attualmente, non ci sono segni di stress finanziario. Questo permette alla Fed di mantenere la sua politica restrittiva.

Dal punto di vista della Fed, il calo del mercato azionario da inizio anno non rappresenta un problema. L’S&P 500 rimane ancora al di sopra del 24% dal suo picco pre-pandemia. Inoltre, poiché i modelli di consumo suggeriscono che le famiglie reagiscono a variazioni sostenute dei prezzi in un periodo di tre anni circa, la Fed è convinta che l’effetto ricchezza sia ancora positivo.

Il Fed pivot e il timing di ingresso

Come mostrato di seguito, dagli anni ’60 la Fed ha ripetutamente aumentato i tassi di interesse per combattere l’inflazione. Il mercato azionario ha continuato a salire mentre la Fed alzava i tassi di interesse. Una volta che una recessione o una crisi economica si è verificata, la Fed è dovuta passare a una politica accomodante.

correlazione mercato azionario tassi Fed

Sebbene possa sembrare logico comprare azioni al cambio di politica della Fed, la storia suggerisce che potrebbe essere una mossa precoce. La Fed cambia direzione solo dopo essersi resa conto di aver commesso un errore politico e mentre il mercato è generalmente nel bel mezzo di un mercato ribassista.

ARTICOLI CORRELATI:

La Fed ha innescato un nuovo mercato rialzista?

Perché il mercato del lavoro è così importante per la Fed?

Cosa potrebbe fermare l’inasprimento della Fed

Soft landing: cos’è e perché la Fed non riuscirà a evitare una recessione?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

Cookie Policy